Obbligo di raccolta differenziata anche per le bancarelle di mercati e fiere

Una disposizione che diventa operativa dopo che l'Amministrazione Comunale si è confrontata con i rappresentanti delle associazioni di categoria

Con l’obiettivo di incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti dalle attività commerciali e dai pubblici esercizi e di contribuire ad un maggior decoro urbano, entrerà in vigore nei prossimi giorni l’ordinanza con cui l’Amministrazione comunale estende l’obbligo di eseguire la raccolta differenziata dei rifiuti da loro prodotti anche agli operatori delle attività commerciali che svolgono mercati e fiere periodici nel centro storico nonché in altri mercati o posteggi isolati su area pubblica. Una disposizione che diventa operativa dopo che l’Amministrazione Comunale si è confrontata con i rappresentanti delle associazioni di categoria ed il Consorzio degli Operatori del Commercio su Aree Pubbliche.

In particolare l’ordinanza prevede per tutti gli operatori del commercio su aree pubbliche concessionari di posteggi nei mercati, fiere o posteggi isolati, il divieto assoluto di abbandonare o di depositare in modo incontrollato all’interno del proprio stallo di vendita e nelle aree mercatali i rifiuti prodotti durante tutto il periodo di svolgimento dell’attività. Oltre a ciò entra in vigore l’obbligo di differenziare i rifiuti prodotti durante lo svolgimento dei mercati in: carta e cartone, imballaggi leggeri, cassette in legno, organico (come scarti di frutta e verdura, fiori, piante e scarti alimentari), che dev’essere conferito nell’apposito bidone di color marrone in dotazione a ogni ambulante del settore ortofrutta. Ogni ambulante, a inizio mercato, sarà tenuto ad andare a prendere il proprio bidone dall’area riservata e portarlo all’interno del proprio stallo di vendita, per poi al termine del mercato riportarlo nell’area riservata per consentirne lo svuotamento da parte degli operatori del gestore del servizio rifiuti.

L’ordinanza, oltre a sanzioni amministrative diversificate a seconda della violazione, prevede l’eventuale applicazione della sanzione accessoria di sospensione del titolo abilitativo; è quindi obbligatorio depositare in modo ordinato i sacchi di rifuiti ben chiusi, gli scatoloni di carta e cartone e le cassette presso il proprio stallo di vendita, così come mantenere pulito il suolo al di sotto ed attorno ai rispettivi banchi, raccogliendo i rifiuti di qualsiasi tipo presenti sulla propria postazione dopo averne ridotto il volume durante tutto lo svolgimento del mercato.

===> Segue

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti