Ottimi risultati della raccolta differenziata a San Giovanni in Marignano

Si è passati dal 64% circa nel 2014 a oltre il 72% a fine 2016. Primo Comune nel territorio riminese ad avere sperimentato la tariffazione puntuale

Ottimi i risultati già raggiunti sia in termini di qualità che quantità della raccolta differenziata dopo poco più di un anno dall’introduzione delle nuove modalità di raccolta rifiuti a San Giovanni in Marignano. Avviato in via sperimentale da Hera in collaborazione con l’Amministrazione Comunale a novembre 2015, il nuovo sistema integrato ha permesso l’estensione della raccolta differenziata a tutto il territorio comunale e l’istituzione di un servizio di raccolta dedicato per le utenze non domestiche, comprese quelle delle zone artigianali. Con la fattiva collaborazione di tutti i cittadini, coinvolti in tutte le fasi del cambiamento anche attraverso una capillare campagna informativa, nel Comune di San Giovanni in Marignano si è passati da una percentuale di raccolta differenziata pari al 63,8% nel 2015 a oltre il 72% a fine 2016, con un miglioramento intorno all’8,5%. Grazie alla possibilità di misurare il rifiuto indifferenziato prodotto da ogni utenza offerto dalle nuove modalità di raccolta adottate (cassonetti con calotta dotati di sistema di riconoscimento e bidoni “taggati”) e a valle dei buoni risultati raggiunti nella fase sperimentale, San Giovanni in Marignano è stato il primo Comune sul territorio riminese a disporre di un sistema di “tariffa puntuale”.

L’adozione di un sistema di tariffazione puntuale, deliberato dal Consiglio Comunale a gennaio in sede di approvazione del Bilancio 2017, crea un legame più stretto tra i servizi ambientali fruiti dai cittadini e il corrispettivo economico che ciascun utente deve pagare. Le modalità di calcolo delle nuove tariffe, deliberate venerdì 31 marzo scorso, prevedono che la tariffa sia composta da una componente fissa, da una componente variabile di base e da una componente variabile aggiuntiva. Saranno quindi avvantaggiati i cittadini che rispettano le corrette norme di comportamento in materia di conferimento e smaltimento rifiuti. In particolare, per quanto riguarda l’indifferenziato, devono avere cura di aprire la calotta solo per conferimenti effettivi (ossia per l’intera capienza della calotta stessa) e per il ‘porta a porta’, di esporre il contenitore dell’indifferenziato solo se effettivamente pieno. Tutte le azioni hanno la finalità di premiare le utenze realmente virtuose, cioè quelle che effettuano correttamente la raccolta differenziata. Sono state mantenute attive le esenzioni a favore delle utenze speciali, tra cui quelle rivolte agli anziani (unico occupante di almeno 65 anni, occupante con familiare convivente di almeno 65 anni entrambi), a situazioni di difficoltà (occupante con familiare con invalidità 100%), alle associazioni con finalità sociali, storico culturale, scolastico e per gli indigenti permanenti.

===> Segue

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Non rispetta il ramadan, giovane picchiato a sangue dal padre

    • Incidenti stradali

      Dramma in via Montescudo: scooterista perde la vita in uno scontro con un'auto

    • Cronaca

      "Sua maestà la regina Margherita": quali sono le pizzerie preferite dai riminesi?

    • Cronaca

      Zeus cerca casa: aiutiamolo a trovare una famiglia

    I più letti della settimana

    • Riccione, stazione ferroviaria: posizionato un nuovo contenitore di raccolta rifiuti

    • Bellaria Igea Marina: estensione del servizio “porta a porta” per la raccolta dei rifiuti

      Torna su
      RiminiToday è in caricamento