Riccione, approvato dal Consiglio Comunale l’assestamento di Bilancio

Entrando nei termini della manovra, il taglio dei trasferimenti statali ammonta a circa 1,3 milioni di euro e di fatto li riduce complessivamente a soli 51mila euro circa per tutto il 2015

Il Consiglio Comunale nella seduta di giovedì sera ha approvato l’assestamento e gli equilibri di bilancio 2015. “In questa verifica degli equilibri di bilancio, ancora una volta, la fa da protagonista l’ennesimo taglio dei trasferimenti statali che rischiava di minare la stabilità dell’attività del nostro Ente”, ha usato parole molto chiare l’assessore al Bilancio, Roberto Monaco, per introdurre la delibera che il Consiglio ha poi approvato a maggioranza. “Ho voluto di proposito usare il termine “rischiava” -  ha commentato Monaco - perché attraverso una politica prudente, oculata ed umile, questo taglio non ricadrà nelle tasche dei cittadini ma verrà nuovamente riassorbito dall’ente senza nuove tasse e senza aumenti di quelle esistenti”.

Entrando nei termini della manovra, il taglio dei trasferimenti statali ammonta a circa 1,3 milioni di euro e di fatto li riduce complessivamente a soli 51mila euro circa per tutto il 2015. A copertura della minore entrata, saranno utilizzati, parte dell’avanzo di Bilancio del 2014 (pari a 379.000 euro), le economie prodotte dalla rinegoziazione dei mutui (circa 533.000 euro), le economie generate dalla gestione del personale (57.000 euro) ed utilizzando infine la salvaguardia del 20% sui singoli Pegdei settori (332.000 euro) già deliberato in fase di provvisionale.

“Vorrei sottolineare -  aggiunge Monaco - che questa azione è stata favorita dall’onestà e dalla partecipazione dei nostri cittadini che anche in questi momenti difficili stanno onorando i lori impegni verso il comune versando le imposte e questo lo dimostra il fatto che il gettito di Imu, Tasi e Tari è coerente con le previsioni. Che registrano: IMU incassata 10.687.416 EURO (acconto 50%) su 15.900.000 (quest’ultimo importo è al netto della trattenuta del Fondo Solidarietà Comunale che si trattiene lo Stato ed ammontante a circa 6.700.00 euro); TASI incassata euro 1.010.000 euro (acconto 50%) su 2.000.000,00 euro; TARI incassata euro 3.920.098,00 (acconto 20%) su 2.880.000euro (previsti per la sola rata di aprile). Anche il gettito derivante dagli oneri di urbanizzazione è in linea con le previsioni ed alla verifica attuale ammonta ad euro 576.805 contro i 1.400.000 previsti.

Prosegue al contempo l’opera di recupero dell’evasione e dei controlli. Ad oggi infatti sono stati recuperati 1.647.000 euro sui 2.185.000 euro previsti. Il monitoraggio delle entrate e delle spese è costante e secondo le previsioni a suo tempo formulate, sia per quello che riguarda la parte corrente che la parte in conto capitale.  In particolar modo viene pienamente rispettato il patto di stabilità, sul quale sono computati ben 2,2 milioni di euro di spazi finanziari concessi dalla Regione Emilia Romagna .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento