Black out a causa della nevicata, la Lega chiede risarcimenti ai residenti della Valmarecchia

Interrogazione alla Giunta Regionale dopo l'ondata di maltempo che ha colpito l'entroterra riminese nel fine settimana

È la Lega Nord, con un’interrogazione, a chiedere alla giunta regionale di intervenire “anche attraverso l’erogazione di somme straordinarie” a favore di quei comuni del riminese, in particolare della Valmarecchia, colpiti nei giorni scorsi da ingenti precipitazioni nevose. Già da venerdì sera, si legge nell’atto ispettivo, “il comune di Sant’Agata Feltria è rimasto senza elettricità e le abitazioni senza riscaldamento, disagio che è perdurato per tutta la notte”.  Nello stesso comune e a Casteldelci, si evidenzia poi nel documento, “durante l’intera giornata di sabato si sono verificati diversi black out, alcuni durati anche ore”. La Lega, nel rimarcare che “queste precipitazioni erano state preannunciate dai servizi metereologici e quindi prevedibili”, chiede all’esecutivo regionale di “sollecitare Enel affinché predisponga un piano di manutenzione straordinario, per evitare il ripetersi di queste situazioni”.

Sullo stesso argomento è intervenuto anche Massimiliano Pompignoli, consigliere regionale della Lega, che ribadisce come siano stati “Troppi i disagi sopportati dai residenti della Valmarecchia per le precipitazioni nevose del 3 febbraio scorso xon le difficoltà subìte dalla viabilità e i black-out elettrici che si sono verificati, in particolare, a Casteldelci e a Sant’Agata Feltria, comune che è rimasto senza elettricità da venerdì sera, 2 febbraio, con le abitazioni prive di riscaldamento per l’intera notte. Il problema ha riguardato soprattutto Enel: nonostante la perturbazione accompagnata da precipitazioni nevose fosse stata ampiamente preannunciata, l’azienda avrebbe dato risposte tardive ai tanti residenti, molti dei quali anziani, che hanno contattato il centralino Enel per segnalare i disservizi, preoccupati dalla situazione di isolamento in cui si trovavano. Molte zone, infatti, avrebbero ricevuto assistenza e il ripristino dei servizi solo nella tarda serata del 3 febbraio”. Di qui, la presentazione di un’interrogazione alla Regione dove Pompignoli chiede alla Giunta di sollecitare Enel perchè predisponga un piano di manutenzione straordinario in modo da evitare il ripetersi di questi disservizi e vuole sapere se l’amministrazione regionale intenda intervenire anche attraverso l’erogazione straordinaria di risorse da mettere a disposizione dei Comuni interessati da questi disagi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il consigliere del Pd, Nadia Rossi, ha presentato un’interrogazione alla Giunta per fare chiarezza sui disagi. "La nevicata di sabato 3 febbraio ha creato non poche problematiche a numerose famiglie che si sono ritrovate senza elettricità per più di un giorno – spiega Rossi. – A Casteldelci fino a 50 centimetri, a Pennabilli e Molino di Bascio si è sfiorato il metro d'altezza. Unica frazione a salvarsi dal guasto, Petrella Guidi. Le situazioni più preoccupanti a Sant'Agata, dove cittadini ed attività economiche sono rimasti al buio e al freddo per 34 ore, con notevoli disagi a cui si sommano anche i danni economici. Il sindaco, Guglielmino Cerbara, mi ha confermato che le ultime frazioni hanno riavuto l'elettricità solo domenica sera alle 18. È stata mobilitata la Protezione Civile e i residenti potevano alloggiare gratuitamente in hotel. Agire in emergenza significa affrontare costi maggiori, per altro a fronte di disagi e perdite economiche che l’ordinaria manutenzione eviterebbe.Per questo vorrei capire quali zone della Regione abbiano riscontrato i disagi evidenziati nel riminese, ma soprattutto quali siano state le cause e quali modalità la Regione intende mettere in atto sui territori, in sinergia con i gestori dei servizi pubblici, al fine di evitare il ripetersi di situazioni emergenziali di fronte ad eventi connotati da ordinarietà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Guardia di finanza scopre una "furbetta" del reddito di cittadinanza: denunciata una 60enne

  • Stop ai voli, discoteche e mascherine: le novità del nuovo decreto

  • Il marchio Cocoricò torna sotto la piramide: ad acquistare il brand Enrico Galli

  • La cometa Neowise fa capolino nel cielo sopra Rimini

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Medico ubriaco sul monopattino va a sbattere contro l'ambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento