Bonelli (Verdi): "Il Pd dice no al parco eolico e diventa partito fossile"

"Il partito democratico è diventato la forza politica del no, contro l’auto elettrica e contro l’eolico, con lo sguardo rivolto al passato e a quelle energie fossili responsabili di un’emergenza sanitaria dimenticata"

"Il partito democratico è diventato la forza politica del no, contro l’auto elettrica e contro l’eolico, con lo sguardo rivolto al passato e a quelle energie fossili responsabili di un’emergenza sanitaria dimenticata che ogni anno secondo l’agenzia europea per l’ambiente provoca in Italia 75mila decessi a causa dello smog con buona pace della lotta al cambiamento climatico”. Lo dichiara il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, che spiega: "A poche ore di distanza uno dall’altro, prima il responsabile nazionale energia del Pd Salvatore Tomaselli e poi l’assessore regionale al turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini, sempre del Pd, hanno detto no rispettivamente all’auto elettrica e al parco eolico in Adriatico. Tomaselli in un’intervista ha incredibilmente affermato che il Pd sull’auto elettrica ha scelto la neutralità tecnologica perché puntare sull’auto elettrica costerebbe troppo,creerebbe problemi a lavoro e chiuderebbe ad altre opportunità tecnologiche. Per il Pd quindi l’auto elettrica e’ un problema ed è meglio investire nelle auto alimentate da idrocarburi facendo esattamente il contrario di quello che stanno attuando altri paesi europei, dalla Germania alla Francia arrivando alla Norvegia, utilizzando la sciocchezza della neutralità tecnologica: se vogliamo combattere il cambiamento climatico e lo smog si deve puntare su auto elettrica senza se e senza ma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’altro autorevole esponente del Pd, l’assessore Corsini, si scaglia contro il parco eolico in Adriatico perché distruggerebbe il paesaggio mentre le decine di piattaforme per idrocarburi autorizzate e tollerate nel mar Adriatico e che inquinano il mare, il paesaggio non lo deturpano - continua Bonelli - Il Pd può dire come pensa di garantire energia elettrica all’Italia? Ancora con gli idrocarburi? Una domanda al Pd: quando parlate di green economy e conversione ecologica lo fate solo per esercizio di stile o cos’altro? Il futuro non può essere fossile e il Pd eviti per il bene dell’Italia di diventare un partito fossile che dice no alla conversione ecologica e alla modernizzazione dell’Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Scontro frontale tra due auto, 6 feriti. Mamma e figlia di 5 anni gravi al "Bufalini"

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Coronavirus, 7 nuovi casi nel riminese: quattro rientrati dall'estero

Torna su
RiminiToday è in caricamento