Contributo di 800 euro alle neo-mamme, via alle domande

Il deputato spiega che "il beneficio economico verrà erogato direttamente dall'Inps in presenza della domanda che sarà presentata dalla futura mamma"

"Da giovedì sarà finalmente possibile richiedere il contributo di 800 euro spettante a ogni mamma per la nascita o l'adozione di un minore". Lo ricorda il parlamentare romagnolo Marco Di Maio, componente della Commissione Finanze della Camera, che definisce l'intervento "un'iniziativa concreta e utile che abbiamo fortemente voluto per sostenere la natalità". Il deputato spiega che "il beneficio economico verrà erogato direttamente dall'Inps in presenza della domanda che sarà presentata dalla futura mamma se sarà presentata alla conclusione del settimo mese di gravidanza o successivamente alla nascita o all'adozione o all'affido".

La misura, contenuta nell'ultima legge di Bilancio approvata in parlamento a fine 2016, vale per tutti i casi successivi al primo gennaio scorso. Il premio è concesso in un'unica soluzione per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. Per avere diritto alla prestazione, le gestanti/madri devono essere in possesso della cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane; per le cittadine non comunitarie e' richiesto il possesso del permesso di soggiorno UE di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dal D.L. 30/2007. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Metromare, ufficializzate le tariffe della tratta Rimini-Riccione

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • L'autobus fa salire i passeggeri alla fermata e una macchina lo tampona in pieno

  • Trasporto pubblico, gli autisti incrociano le braccia

  • Molestie sessuali ad una bimba di 4 anni, papà a processo accusato di pedofilia

  • Primo giorno di Metromare, la nostra prova con "metro" e auto a confronto: vantaggi e svantaggi

Torna su
RiminiToday è in caricamento