Coriano, rifiuti da San Marino. Il M5S: "Basiti dal trasformismo del sindaco Spinelli"

Mariarosaria Apicella, consigliere comunale del M5S di Coriano, attacca il sindaco Domenica Spinelli sulla questione rifiuti in arrivo da San Marino

"Una via alternativa all'incenerimento esiste e consiste nell'investire in impianti di riciclo e politiche – anche locali- per la riduzione dei rifiuti prodotti". Mariarosaria Apicella, consigliere comunale del M5S di Coriano, attacca il sindaco Domenica Spinelli sulla questione rifiuti in arrivo da San Marino. "C'è da restare "senza fiato" a guardare il trasformismo del sindaco Spinelli che alle pattuglie dei vigili del 2013 dietro ai camion Hera in ingresso all'inceneritore di Raibano, ora ha sostituito le "olà" sui mezzi stampa alle scelte incenitoriste della Regione E/R rispetto l'Accordo Rifiuti con la Repubblica di San Marino. Un Accordo risalente al 2011 , rinnovato tra le parti il 10 ottobre 2018 e che prevede per precisa delibera di Giunta Regionale (la numero 1202 del 30 luglio dello scorso anno) l'invio su tutto il territorio dell'E/R di 62mila tonnellate di rifiuti sammarinesi (contro le 54.100 tonnellate precenti) di cui 13.000 tonnellate di indifferenziati da bruciare all'inceneritore di Raibano".

"Si tratta di 1.000 tonnellate in piu all'anno, che potranno arrivare su territorio corianese rispetto alle 12.000 previste dal 2016, nel Piano Regionale Rifiuti Emilia Romagna - illustra l'esponente pentastellata -. Fino ad allora tali rifiuti sammarinesi (per un ammontare complessivo di 16.000 tonnellate) venivano smaltiti in altri siti (discariche e/o inceneritori) della regione. Ma dal 2016, grazie al via libera della Giunta Spinelli di Coriano, la Regione ha pianificato il loro incenerimento, in misura di 12.000 tonnellate, all'impianto di Raibano. Questa quantità è scritta nero su bianco nel PRGR in vigore e doveva restare tale fino al 2020. Ora, con il recente rinnovo dell'Accordo internazionale tra Regione Emilia Romagna e Repubblica di San Marino, la quantità è stata "ritoccata" ed elevata a 13.000 tonnellate annue per altri 5 anni (cioè fino al 2023)".

"Poco importa, se poi nella realtà – come si sbraccia a dichiarare il Sindaco - ne arriveranno di meno rispetto al tetto previsto, il dato importante è che si è aumentata ufficialmente , cioè per accordo scritto, la quantità possibile di rifiuti da incenerire a Raibano - attacca ancora -. Assistiamo pertanto basiti al trasformismo politico del sindaco Spinelli che da fiera paladina della battaglia contro i rifiuti da fuori , ora è diventata la "garante" dello smaltimento extraregionale. Non male come "premio" per i cittadini volenterosi di Coriano che si impegnano a differenziare i loro rifiuti nella raccolta porta a porta (che pure qualche problema organizzativo ce l'ha) e che pagano anche un aumento considerevole della Tari anche quest'anno. Non male come presa in giro concreta dei corianesi e dei cittadini del riminese in genere che, con la loro raccolta differenziata, liberano il forno dell'impianto di Raibano con l'illusione di diminuirne l'incenerimento ( ed i relativi impatti ambientali-sanitari che ne derivano) mentre questo viene prontamente rimpiazzato dai rifiuti dei sammarinesi, la cui raccolta differenziata si attesta ad un misero 44,67% (dati 2017 Osservatorio Rifiuti Repubblica di San Marino) nonostante nel precedente Accordo si fossero impegnati a raggiungerne il 70% entro il 2018".

"Coerenza allo stato puro quella del Sindaco di Coriano Domenica Spinelli pronta a portare in sede Ministeriale i risultati dello Studio Unimore sugli impatti ambientali e sanitari dell'impianto di Raibano al fine di ridurre il numero degli inceneritori nella nostra regione , ma poi non riesce neppure ad ufficializzare un misero "no" alle richieste di smaltimento pianificate ed incrementate dalla Regione E/Romagna
sullo stesso impianto di Raibano. Per il Movimento 5 Stelle di Coriano una via alternativa all'incenerimento esiste e si chiama :investimento in impianti di riciclo e politiche – anche locali- per la riduzione dei rifiuti prodotti", conclude.

Potrebbe interessarti

  • Pulire i vetri: addio agli aloni su finestre e specchi

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Stop al sudore: come scegliere il deodorante giusto per la tua pelle

  • Gli odori, i ricordi, il marketing e la Sindrome di Proust

I più letti della settimana

  • Fulmine centra azienda agricola, vasto incendio nel deposito delle rotoballe

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Lui, lei e l'altro, il triangolo amoroso finisce con pugni e schiaffi nel parco

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

  • A Miramare gli hotel dell'orrore: strutture in pessime condizioni igienico sanitarie

Torna su
RiminiToday è in caricamento