Criminalità a Santarcangelo il M5S: "La sicurezza non è tra le priorità del Comune"

Anche i grillini attaccano l'amministrazione clementina dopo l'ennesima spaccata avvenuta in città

Scontro politico serrato, sul tema dell'impennata di criminalità, a Santarcangelo dopo l'ennesima spaccata avvenuta ai danni della cartoleria "Il paese dei balocchi". Già la Lega era scesa in campo per accusare l'amministrazione clementina di "non aver fatto nulla da anni e di aver ignorato la situazione", ricordando che “Le telecamere andavano installate molto prima e non a sei mesi dalle elezioni”. Sullo stesso argomento è intervenuto anche il Movimento 5 Stelle che, in una nota stampa, attacca la giunta Parma. "Sul fronte sicurezza siamo ancora molto indietro, complice anche l'atteggiamento negazionista che è stato portato avanti in questi anni da chi governa questa città - è la stoccata dei grillini santarcangiolesi. - Le tanto chiacchierate, perché fino ad oggi si è soltanto parlato, telecamere avrebbero potuto aiutare a rintracciare i balordi che hanno messo a segno il colpo. Fondamentale per fare ciò, serebbe il collegamento al “Sistema Centralizzato Nazionale Targhe e Transiti” (SCNTT) che permette, fra le altre cose, di verificare se i veicoli ripresi dalle telecamere siano rubati e, attraverso uno scambio di dati, di monitorare gli spostamenti di questi veicoli creando una vera e propria banca dati utile alle forze di polizia. Se la nostra amministrazione, invece di impiegare il tempo ad accusarci di allarmismo e dire che qua va tutto bene - come fece sulla nostra proposta di organizzare i gruppi Whatsapp per la sicurezza - si fosse messa all'opera prima e avesse ascoltato le opposizioni, che ormai da tempo chiedono a gran voce di gestire in modo più organico ed efficace la questione sicurezza , forse oggi le cose sarebbero potute andare diversamente. D'altronde, che la questione sicurezza non sia fra le priorità di chi governa la nostra città è dimostrato anche dal fatto che non siano stati in grado di realizzare un progetto realmente valido per il bando sulla sicurezza promosso dal Ministero dell’Interno, che avrebbe consentito di ricevere un finanziamento per l'installazione delle telecamere, a differenza di realtà più piccole ma meglio organizzate come il comune di Cattolica".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Imprenditori arrestati per riciclaggio di denaro, maxi sequestro da 18 milioni

  • Cronaca

    Canoni demaniali per le darsene turistiche, il Tribunale di Rimini ha accolto la sospensiva

  • Cronaca

    Scippo finito male, l'anziana vittima finisce al pronto soccorso

  • Cronaca

    Cambio della guardia al comando provinciale dei vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Investimento mortale, bloccata la circolazione dei treni sulla linea adriatica

  • Affianca l'autobus nella rotatoria e rimane schiacciata contro il parapetto

  • Schianto fatale per una donna di Bellaria-Igea Marina nel ravennate

  • Aeroporto Fellini, i nuovi voli per l'Egitto, le isole greche e spagnole

  • Non si accorge di essere incinta, partorisce al settimo mese in pronto soccorso

  • A 36 anni torna a vedere grazie a un intervento innovativo dei medici di Riccione

Torna su
RiminiToday è in caricamento