Debutta il candidato di centro-sinistra a Misano, Fabrizio Piccioni punta tutto sul turismo

A sostenere la candidatura dell’attuale vice-sindaco di centro-sinistra del Comune di Misano, c’erano l’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi

E' stato presentato domenica mattina il candidato sindaco della lista “Scegli Misano” Fabrizio Piccioni. Insieme a lui i candidati al Consiglio Comunale. A sostenere la candidatura dell’attuale vice-sindaco di centro-sinistra del Comune di Misano, c’erano l’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini e il Presidente di Destinazione Romagna nonché sindaco di Rimini Andrea Gnassi. "La loro presenza serviva a sottolineare l’importanza strategica che per Fabrizio Piccioni e per la lista “Scegli Misano” rappresentano il comparto turistico e il marketing territoriale partendo da un elemento fondamentale e imprescindibile nella gestione di un Comune: la conoscenza del città e dei suo abitanti. Scegli Misano infatti a differenza di altre liste, vuole essere la lista della città e del territorio”, spiega una nota. Tra i principali obiettivi della lista vi è così quello di spingere su un’operazione forte di immagine della città andando a rafforzare le sinergie con le realtà private che spingono la visibilità di Misano a livello internazionale come per esempio il Misano World Circuit. "Un brand quello di Misano che deve continuare ad aumentare l’appeal a livello turistico spingendo sulla creazione di una rete di eventi che possano rafforzare non l’attrattiva e la destinazione ma anche lo spirito di lavoro comune della comunità”, si siega.
Durante la presentazione Fabrizio Piccioni ha voluto evidenziare quanto “nel momento di andare a creare la lista abbiamo voluto raccogliere sotto un unico tetto, le persone con gli ideali di centro sinistra pur rimanendo aperti ad una buona componente della società civile”. “Oggi proseguiamo – ufficialmente - un percorso che ci porterà a vivere a stretto contatto con i misanesi. Parleremo con loro, andremo a definire una scala di priorità che investiranno ogni singola frazione e che diventeranno un programma ricco, concreto e partecipato. Un Amministrazione che investe da sempre 1/3 del proprio bilancio comunale, così come abbiamo fatto negli ultimi 10 anni, sui servizi alla persone, é un'amministrazione che fa una scelta precisa e mette i bisogni del cittadino al centro della sua azione”.

“Abbiamo governato per cinque anni con la spada di damocle del patto di stabilità che ci ha impedito di fare una programmazione minuziosa costringendoci a fare gli interventi prioritari utili a cambiare l’aspetto della città – ha continuato Piccioni-. Fatto questo passaggio, oggi possiamo guardare con attenzione agli interventi che saranno in grado di accrescere ulteriormente il benessere, la sicurezza nelle frazioni e lo spirito della comunità nel suo insieme, puntando a realizzare opere e azioni realizzabili senza creare aspettative che non potranno mai essere realizzate.
“Siamo difronte ad un dato di fatto – ha spiegato Andrea Corsini-. In questi ultimi 10 anni il peso di Misano all’interno del contesto regionale è cambiato. Siamo infatti di fronte ad una località che da una posizione di rincalzo oggi rappresenta una importanza strategica e fondamentale nella politica turistica della riviera. Misano è stata capace di spingere sull’acceleratore agendo con forza strategica grazie al connubio virtuoso con il Misano World Circuit e con il Mondiale MotoGP tra tutti, riuscendo nel non semplice compito di coordinare un territorio con tante peculiarità diverse tra loro”.
Per andare a governare un Comune serve competenza – ha detto Andrea Gnassi -. Quella competenza senza spocchia, quel carico di passione e di amore che è la leva fondamentale per trasformare le parole e le proposte in fatti. E credo che con Fabrizio, Misano possa crescere ancora per collocarsi nel contesto dell’Emilia Romagna in modo più forte e virtuoso. La lista che è stata creata vuole essere il giusto compromesso tra esperienza e voglia di scommettere e mettersi in gioco e dove nessuno l’ha fatto per se stesso perché non c’è nulla da guadagnare a fare l’amministratore pubblico ma anzi a volte sono dolori che però vengono ricambiati quando quella città vedi che cambia”.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • Aiuto! Ho le formiche in casa: ecco come allontanarle

  • Come allontanare api, vespe e calabroni con rimedi naturali

  • Arredare casa al mare: idee e consigli per l'arredo perfetto

I più letti della settimana

  • Violento temporale notturno, scaricati in mare i liquami fognari scatta lo stop alla balneazione

  • Autotrasportatore riminese perde la vita in un drammatico tamponamento a catena

  • Rinuncia alla plastica e aumenta i clienti: una gastronomia riminese batte oltre 20mila scontrini dopo la svolta green

  • Tremendo frontale nell'entroterra, diversi i feriti nel violento impatto

  • Ciclista perde la vita dopo un drammatico incidente stradale

  • Schianto in moto alla rotonda alle porte di San Giovanni: grave un 23enne soccorso con l'elimedica

Torna su
RiminiToday è in caricamento