Di Maio: "No alla scissione nel PD, sarebbe responsabilità storica imperdonabile"

Dal proprio profilo Facebook il parlamenta romagnolo Marco Di Maio afferma la propria posizione in merito alla paventata uscita dal Partito Democratico evocata da Pierluigi Bersani

"Scissione: una parola che fa male solo a sentirla, pronunciarla o leggerla. Sarebbe un errore imperdonabile assumersi la responsabilità storica di applicarla al Partito Democratico, lo stesso che ha reso possibile unire persone con culture politiche passate e persone (tantissime, tra cui il sottoscritto) che non avevano mai avuto tessere di partito, facendo della diversità un valore e non un problema". Dal proprio profilo Facebook il parlamenta romagnolo Marco Di Maio afferma la propria posizione in merito alla paventata uscita dal Partito Democratico evocata da Pierluigi Bersani e altri esponenti provenienti dai Democratici di sinistra. 

"Tornare indietro - dichiara Marco Di Maio -, abbandonare quel progetto anziché provare a rivitalizzarlo, rinunciare a stare insieme anche nella legittima e salutare diversità di opinioni, sarebbe un grave passo indietro. Non solo per il Partito Democratico". Per questo il deputato chiede alla minoranza interna di non andarsene, ma di accettare "il confronto congressuale", che deve essere impostato "sui contenuti e non sulla lotta alla percentuale più alta possibile per reclamare la corrispondente quota negli organismi dirigenti, nelle liste e nei posti di comando".  A congresso terminato, chiede il parlamentare, "si lavori lealmente insieme a chi lo vincerà, chiunque sia, cui spetterà il compito di rappresentare tutti".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ritrovato il corpo nudo e senza vita di una donna lungo il Marecchia

    • Cronaca

      Meningite a Rimini, timidi segnali di speranza per il 15enne

    • Cronaca

      Torna a casa con una sconosciuta e massacra di botte la mamma

    • Cronaca

      Picchia la madre e la sorella sotto gli occhi della nipotina: violento finisce in carcere

    I più letti della settimana

    • Campi nomadi, la Regione stoppa i fondi destinati al Comune di Rimini

    • Al Palacongressi di Rimini si terrà a battesimo Sinistra Italiana

    • Revocati i domiciliari a Claudio Battazza, il sostegno dell'onorevole Arlotti

    • Case popolari, agevolazioni anche per conviventi more uxorio e coppie gay

    • Aumento della tariffa dell'acqua, la Lega sul piede di guerra

    • “Rimini progetto casa”, housing sociale e edilizia abitativa al centro dello sviluppo urbano

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento