Elezioni, Alice Parma: "La città ha scelto una tradizione di buon governo, non i facili slogan"

"Fopo l’esito difficile delle elezioni europee, infatti, a livello locale la nostra coalizione ha tenuto praticamente ovunque"

"Santarcangelo ha dimostrato di essere davvero più forte di tutto - afferma il sindaco Alice Parma, in una nota congiunta con la coalizione che l'ha sostenuta - La nostra è stata un’affermazione collettiva, per la quale voglio ringraziare ancora una volta le liste del Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo e tutti coloro che hanno contribuito con il loro impegno a questa vittoriosa campagna elettorale".

La coalizione Santarcangelo più forte di tutto è formata dal "Pd Alice Parma sindaco" Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo.

Santarcangelo è stata più forte di tutto perché l’intero territorio ha risposto in modo univoco al voto amministrativo: dopo l’esito difficile delle elezioni europee, infatti, a livello locale la nostra coalizione ha tenuto praticamente ovunque, risultando prima in tutti i seggi tranne uno. Il voto delle frazioni, in particolare, è un forte incoraggiamento a continuare il lavoro svolto, impegnandosi ancora di più per assicurare una maggior presenza dell’amministrazione comunale su tutto il territorio, compreso il capoluogo dove occorre portare avanti e implementare quanto di buono fatto in questi anni. Santarcangelo ha dimostrato di non voler interrompere, scegliendo invece di rinnovare, una tradizione di buon governo locale che paga, nonostante il forte vento europeo e nazionale che soffia in senso contrario. Questo anche perché per amministrare una città bisogna conoscerla a fondo, dialogare quotidianamente con le persone, essere costantemente presente tra i cittadini, conoscere le imprese, le associazioni e il mondo del volontariato. Bisogna vivere autenticamente l’appartenenza che caratterizza i santarcangiolesi ed esserne parte integrante.

La miglior risposta in questo senso è arrivata da una campagna elettorale in cui la forza delle persone che si sono messe in gioco e dei contenuti che hanno elaborato insieme ha vinto sugli slogan, i gadget, il consenso facile dei “like” e gli attacchi personali sui social.

In altre parole ieri non ha vinto solo Alice Parma: ha vinto Santarcangelo. È una vittoria di tutti perché l’appartenenza politica ti dà i valori su cui basare l’azione amministrativa, ma poi quando entri in Municipio è ovvio e normale dedicare a tutti la stessa identica attenzione.
Chi ha dipinto un quadro dove esistono cittadini di serie A e di serie B non ha capito Santarcangelo, e soprattutto non ha capito che questa città non vuol essere divisa.

Perché al di là di partiti, coalizioni, schieramenti, è Santarcangelo – con la sua storia e il suo vissuto quotidiano – che ti indica i valori da seguire, non accettando politiche di arroganza e chiusura.

Chi ci invita a lavorare per altri 5 anni come negli ultimi 3 mesi dimostra soltanto – oltre alla scarsa eleganza – di aver scoperto Santarcangelo solo in campagna elettorale, non accorgendosi dei tanti risultati conseguiti negli anni precedenti.

È proprio la consapevolezza del lavoro svolto che ci dà le basi solide e l’entusiasmo per ripartire, con l’obiettivo di proseguire e aggiornare il nostro impegno alle sensibilità della nuova coalizione. Per una Santarcangelo che sia, ancora una volta, più forte di tutto.
 

Potrebbe interessarti

  • I 7 migliori borghi medievali da visitare in Romagna

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • Box doccia: come pulirlo con prodotti naturali

  • Smagliature addio! Come liberarti di questi inestetismi

I più letti della settimana

  • Identificato il cadavere carbonizzato nell'auto che ha preso fuoco in A14

  • Auto in fiamme in A14, il guidatore muore carbonizzato nell'abitacolo

  • Tragedia sul ponte, si butta nel vuoto per farla finita

  • Ritrovato cadavere a soli 26 anni, la Procura indaga sul decesso

  • Tragedia sulla strada, scooterista perde la vita in un drammatico incidente

  • "Ho visto l'abitacolo esplodere", i testimoni raccontano il dramma dell'A14

Torna su
RiminiToday è in caricamento