Elezioni, Franca Mulazzani (NCD) interviene sulle partecipate del Comune di Riccione

"La raccolta dei rifiuti, così come la manutenzione di strade, parchi e luoghi pubblici in generale, è l'argomento principale che i cittadini ci stanno chiedendo di affrontare in questi giorni durante gli incontri che stiamo facendo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

"La raccolta dei rifiuti, così come la manutenzione di strade, parchi e luoghi pubblici in generale, è l'argomento principale che i cittadini ci stanno chiedendo di affrontare in questi giorni durante gli incontri che stiamo facendo. La risposta che abbiamo sempre dato e che è alla base del nostro programma elettorale è che per avere un effettivo controllo sui gestori dei servizi occorra non esserne soci! Quindi appena saremo al governo del Comune, formalizzeremo l'uscita da tutt le partecipate, a partire da Hera e Geat, per poi affidare il servizio con un appalto vero, dove la nostra amministrazione possa controllarne la qualità e chiedere il rispetto dei contratti.

Questa 'uscita', inoltre, permetterà subito al Comune di recuperare delle risorse, nel caso di Hera si parla di quasi 8 milioni di euro, che potremo utilizzare per esigenze più urgenti dei cittadini. Avevamo proposto in consiglio comunale di vendere le azioni Hera, per esempio, per avere i soldi necessari al pagamento, eventuale, delle penali per il blocco del Trc, ma l'amministrazione di sinistra non ha accettato questa proposta, sia perché non volevano fermare il Trc, sia perché non vogliono uscire da Hera. E sempre per lo stesso motivo: la sudditanza partitica da Bologna e da Rimini. Una cosa che con noi non avverrà più. Quelle risorse serviranno per cambiare il progetto del Trc e fermarlo all'ambio e per abbassare le tasse locali che penalizzano imprese e famiglie"

Torna su
RiminiToday è in caricamento