Forza Nuova scende in piazza in difesa dello Ius Sanguinis

Confermata per sabato la manifestazione di Forza Nuova in difesa dello Ius Sanguinis e dell'identità italiana inizialmente in programma la scorsa settimana. Il ritrovo resta fissato per le ore 17.30 al Palacongressi in via della Fiera

Foto di repertorio

Confermata per sabato la manifestazione di Forza Nuova in difesa dello Ius Sanguinis e dell'identità italiana inizialmente in programma la scorsa settimana. Il ritrovo resta fissato per le ore 17.30 al Palacongressi in via della Fiera. “Dopo i numerosi divieti da parte di Questura e Prefettura e dopo i numerosi attacchi verbali subiti dalla solita vile “marmaglia rossa”, distruttrice di città come di valori, Forza nuova marcerà attraverso la città di Rimini per ribadire la propria contrarietà allo Ius Soli voluto dal ministro Kyenge e per chiedere un immediato blocco dell'immigrazione” spiega il responsabile provinciale Mirco Ottaviani.

“È assolutamente necessario – prosegue – che lo Ius Sanguinis resti saldamente in vigore in quanto è il solo principio naturale e, quindi, il solo applicabile; tutelare la nostra identità deve essere di primario interesse, in quanto essa rappresenta la forza da cui trae linfa la vita stessa del nostro popolo”. Conclude Ottaviani: “Quanto alle dichiarazioni del primo cittadino riminese e delle varie sigle antagoniste che considerano fuori luogo il corteo forzanovista contro il degrado e l'immigrazione, lasciamo che a rispondere siano le pagine di cronaca degli ultimi giorni, nonché gli ultimi dati del Ministero dell'Interno che vedono Rimini la seconda città in assoluto nella classifica del numero di reati in rapporto alla popolazione”.

Sulla questione è intervenuto il comitato provinciale dell'Anpi, ribadendo 2preoccupazione, sia per quanto riguarda il tema della manifestazione sia per quanto riguarda il movimento in quanto tale. Reputiamo che l’attività di forza nuova come dimostrato dai fatti e dalle sentenze dei tribunali italiani sia intrinsecamente criminogena, perché portatrice di disvalori morali contro la Repubblica e la nostra Costituzione. Con questa concessione si espone tutta la città alle loro provocazioni e si mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini: per questo siamo a richiedere il ritiro dell’autorizzazione al corteo del movimento neofascista".
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento