Fratelli d'Italia: Contrastare morti sul lavoro e controllare gli appalti nei cantieri edili

I consiglieri regionali riportano l'episodio avvenuto in provincia di Rimini, in cui è morto un operaio che lavorava su una impalcatura, e chiedono alla giunta di investire di più sulla prevenzione

Contrastare le morti sul lavoro, partendo da una maggiore attenzione rivolta ai cantieri edili caratterizzati da appalti e subappalti al ribasso, alla presenza di lavoratori non stabili e scegliendo di investire su formazione, prevenzione e sicurezza. A chiederlo, con una interrogazione alla giunta, sono i consiglieri di Fratelli d'Italia Michele Facci, Fabio Callori e Giancarlo Tagliaferri.

A spingere il gruppo regionale di Fdi a interrogare la giunta perché trovi soluzioni per contrastare le morti sul lavoro, è stato in particolare l'episodio che ha visto "un sessantenne deceduto per un malore mentre si trovava sopra un'impalcatura in un cantiere edilizio a Santarcangelo di Romagna. Il fatto è avvenuto il 27 giugno, durante una ristrutturazione edilizia di un edificio pubblico, esattamente il giorno successivo ad un ricovero dell'operaio, sempre per un malore". Un episodio che, secondo il gruppo di Fdi, porta l'attenzione sugli appalti, visto che "l'appalto in questione (da quanto riportano i media) sarebbe stato aggiudicato con un ribasso di circa il 30% sul prezzo base, circostanza questa che, di per sé, avrebbe dovuto imporre una maggiore attenzione da parte degli enti e dei soggetti preposti alla vigilanza".

Quindi Facci, Callori e Tagliaferri interrogano la giunta e chiedono "cosa intenda fare per contrastare in maniera efficace le morti sul lavoro e, in particolare, se non ritenga necessario effettuare maggiori investimenti sul piano della formazione e sul potenziamento dei servizi per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro, anche mediante nuove assunzioni; se non ritenga necessario prestare maggiore attenzione e vigilanza ai cantieri edili caratterizzati da appalti e subappalti al ribasso; cosa pensi dell'infortunio mortale avvenuto a Santarcangelo,  se il lavoratore fosse regolarmente assicurato all'Inail e se siano state regolarmente rispettate le prescrizioni e le disposizioni di prevenzione degli infortuni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento