Fusione dei comuni in Valmarecchia, il pensiero del Movimento 5 Stelle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Difficile il confronto tra amministratori sul tema mentre più interessati sembrano i cittadini ed a loro vogliamo fornire alcuni elementi utili alla riflessione. E' inevitabile, solo questione di tempo, il riassetto degli Enti Locali sancito dalla Legge dello Stato per quei Comuni "sotto soglia" come Maiolo, Talamello, Santagata e Casteldelci. Questo si traduce in una fusione scelta o imposta.

Le perplessità manifestate sulla perdita di identità non crediamo abbiano fondamento perchè già ora la visibilità di certi Comuni è smarrita nel panorama frammentato di un territorio che non ha ne una riconoscibilità ne una gestione autonoma propria. Questo territorio la cui bellezza non è in discussione potrebbe, se identificato come una città dal nome univoco, essere riconosciuto ed i luoghi particolari che comporrebbero tale Comune avere il risalto mediatico che meritano anche in una vetrina internazionale.
Non concordiamo sul "piutost che nient" arlottiano ma anzi crediamo che eventuali fusioni di località già quotate turisticamente sottrarebbero potenzialità alle restanti che in ragione di problemi ed opportunità comuni sono, a volte inconsapevolmente, una comunità di fatto.

Anche il far finta di niente sulla tragica situazione economica nella quale versano gli Enti Locali porterà sicuramente ad un default nel quale impossibile sarà sperare in un rilancio del territorio e rinunciare alle opportunità che sono previste sotto forma di incentivi non ci pare sensato.
Confidiamo quindi nel buon senso dei cittadini affinchè intervengano in un processo che riguarda il loro futuro prima ancora che quello dei partiti.

Meetup M5S Novafeltria per il Comune Unico Montefeltro

Torna su
RiminiToday è in caricamento