Gnassi attacca Salvini: "Indossa felpe invece di inviare uomini per la sicurezza"

Il sindaco di Rimini prende con una ironia beffarda la circolare del ministro dell'Interno ai prefetti italiani

Più potere ai prefetti su degrado e illegalità? "Finalmente una decisione attesa da decenni. Lo Stato italiano dichiara fermamente la sua decisione di rispettare irrevocabilmente la legge dello Stato italiano". La prende con una ironia beffarda il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, la circolare del ministro dell'Interno Matteo Salvini ai prefetti italiani. "Una lettera per dire 'fate i prefetti', esattamente come la Costituzione italiana prevede. Grandioso". Tra l'altro, postilla Gnassi, "emanata da chi fino all'altro ieri dichiarava a squarciagola" che questo "rimasuglio borbonico andava abolito". Fatto sta che lo Stato, prosegue Gnassi, si ricorda che la competenza nelle materie di ordine pubblico e della sicurezza è  sua, "ma dal 1948". Per cui ora si attende la circolare "in cui si afferma che con il rosso non si può passare". Ma d'altronde, aggiunge, "in nome della propaganda si indossano felpe e si inviano circolari ma non si inviano uomini e mezzi per la sicurezza". Invece "si sviliscono e offendono le Istituzioni affermando falsità sulle funzioni assegnate ai sindaci". Dunque "a ben vederla è, nei fatti, una circolare che il ministro rivolge a se stesso. Ecco, ben venga che il ministro solleciti se stesso a intervenire. E dunque intervenga".

Da anni, infatti, sindaci e Polizie locali suppliscono "ai ritardi, alle distrazioni di uno Stato centrale che sulla sicurezza dimostra interesse solo quando c'e' da tagliare organici e dotazioni e scaricare competenze". Sui problemi, si scalda Gnassi, "siamo tutti d'accordo, è sul chi lo debba fare che le strade si divaricano". Ora, conclude, le forze dell'ordine e la Prefettura, "grazie alla magica circolare del ministro, possono intervenire esclusivamente, direttamente e con propri mezzi e organici su quanto già di loro competenza. Risolvono problemi a cui sono per legge preposti? Sarei arcicontento". Per cui "si proceda", ma "nel frattempo qualcuno si dimostrasse meno 'distratto' sul convitato di pietra chiamato nuova Questura oppure sull'invio dei rinforzi estivi sui quali ancora non si sa nulla, saremmo tutti ancora più arcicontenti. Indubitabilmente".
(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento