“I beni sequestrati alla criminalità a Riccione utilizzati per il bene della nostra comunità”

E’ la richiesta che l’on. Elena Raffaelli (Lega), il sindaco Renata Tosi e il presidente del Consiglio comunale hanno presentato a una riunione al ministero dell’Interno

“I beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata a Riccione devono essere utilizzati per il bene della nostra comunità”. E’ la richiesta che l’on. Elena Raffaelli (Lega), assessore alle Attività economiche e alla sicurezza del Comune di Riccione, il sindaco della località rivierasca, Renata Tosi, e il presidente del Consiglio comunale, Gabriele Galassi, hanno presentato a una riunione al ministero dell’Interno, a cui hanno partecipato l’on. Jacopo Morrone, sottosegretario alla Giustizia, e l’on. Nicola Molteni, sottosegretario all’Interno. “A Riccione ci stiamo muovendo su una vasta gamma di problemi concreti nell’ambito della sicurezza per dare soluzioni alle esigenze del territorio, sollecitando un iter veloce delle necessarie pratiche burocratiche”.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento