Il Pd di Riccione annuncia un congresso per le prossime amministrative

"Segnerà il momento in cui il partito inizierà ufficialmente il percorso per le elezioni amministrative del 2019, ben sapendo che la precaria tenuta della maggioranza Tosi potrebbe anche far precipitare la situazione"

Lunedì 16 gennaio si è tenuta una partecipata assemblea degli iscritti del PD di Riccione, nella quale si sono affrontati diversi temi, sia di carattere nazionale che di rilevanza locale, e proprio sulla fase politica che sta attraversando la Perla Verde si è focalizzata l'attenzione dei partecipanti. "Ribadita dal PD Nazionale - spiegano in una nota stampa - la volontà di arrivare con l'attuale gruppo dirigente alla scadenza congressuale naturale, fissata per il mese di ottobre, vi è la consapevolezza che abbiamo davanti a noi 9 mesi che, per il partito riccionese,  dovranno essere densi di lavoro. Il congresso di ottobre di fatto segnerà il momento in cui il partito inizierà ufficialmente il percorso per le elezioni amministrative del 2019, ben sapendo che la precaria tenuta della maggioranza Tosi potrebbe anche far precipitare la situazione".

"Non solo per questo motivo, ma spinti anche da questa necessità, intendiamo fin da subito iniziare il lavoro programmatico che vogliamo costruire con e per i riccionesi - proseguono nel comunicato. - Continueremo nel giro di assemblee nei quartieri di Riccione, già iniziato, non solo per far conoscere ai cittadini lacune e mancate promesse dell'attuale Giunta, ma soprattutto per continuare a raccogliere sollecitazioni e spunti, per la costruzione del nuovo programma di mandato. Lo faremo quartiere per quartiere, zona per zona, incontrando singoli cittadini, categorie economiche, associazioni del mondo sociale, sportivo, culturale, giovanile e del volontariato riccionese. 
Solo così potremo costruire quel programma di governo condiviso e soprattutto non incentrato, come quello dell'attuale maggioranza, su promesse rivelatisi poi impossibili da mantenere".

"Si attiveranno tutte le modalità - spiega il Pd - affinché  alcune idee progettuali forti e proiettate nel futuro possano essere elaborate con l'ausilio di persone che abbiano voglia di dare un contributo per la città, o per esperienza in campo professionale o perché intendono avvicinarsi alla vita politica cittadina; in questo senso il PD darà loro il suo supporto fattivo. Vogliamo metterci a disposizione e facilitare una rappresentanza di interessi che, lo si è visto, le sole liste civiche costruite in modo disomogeneo non possono garantire. Vogliamo proporre un programma di cose fattibili e concrete, e vogliamo farlo rafforzando l'organizzazione del Partito Democratico, soprattutto quella territoriale, riproponendo una riuscitissima Festa de l'Unità a fine estate, e cercando di coinvolgere sempre più persone intorno ad un progetto di città del futuro. Va altresì ribadito che nel panorama provinciale politico di forte sofferenza anche sui dati relativi al tesseramento, il Partito Democratico di Riccione è uno dei rari casi di tenuta del numero degli iscritti rispetto all'anno precedente, e questo ci permette di guardare con più fiducia al lavoro che ci attende".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Folle inseguimento sulle strade per bloccare il furgone rubato

Torna su
RiminiToday è in caricamento