In vigore la nuova legge contro il cyberbullismo, il plauso delle istituzioni riminesi

In ogni istituto scolastico verrà individuato fra i docenti un referente con il compito di coordinare le iniziative di prevenzione e di contrasto

Entra oggi in vigore la nuova legge per la tutela dei minori e la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo. Formazione e conoscenza sono i due pilastri del provvedimento, spiega il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti. “Composto da sette articoli, pone al centro la tutela dei minori (sia autori, sia vittime di illeciti), privilegiando azioni di carattere formativo-educativo rispetto ad un’impostazione repressiva e sanzionatoria. Viene riconosciuto il ruolo fondamentale della Polizia postale per combattere il fenomeno, con l’ulteriore stanziamento di 203 mila euro per gli anni 2017, 2018 e 2019 per lo svolgimento di attività di formazione in ambito scolastico e territoriale, finalizzate alla sicurezza dell’utilizzo di internet, alla prevenzione e al contrasto del cyberbullismo”. Il cyberbullismo viene inteso come “qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, alterazione, acquisizione