L'onorevole Arlotti: "Dò il mio consenso a Renzi. Forza Matteo!"

Il parlamentare riminese del Pd pronto a sostenere il segretario uscente del Partito Democratico

"Ho sottoscritto la candidatura di Matteo Renzi alla segreteria del Pd e giovedì mattina ho partecipato all'affollatissimo incontro in cui, come parlamentari, abbiamo approfondito i temi del dibattito che verrà fatto alla tre giorni del Lingotto sulle proposte che riguardano la forma partito, la partecipazione e il programma con cui ci presenteremo alle prossime elezioni politiche". Ad affermarlo. Il parlamentare riminese del Partito Democratico Tiziano Arlotti che, allo stesso tempo, rilancia la sua fedeltà all'ex premier.

"A Matteo Renzi, che ho sempre sostenuto - precisa Arlotti - va dato atto di avere, da segretario del PD, portato il partito nel PSE, nella famiglia del riformismo europeo, e di avere dato avvio ad una stagione di riforme che nella storia repubblicana italiana non ha precedenti. Dai temi riguardanti il sostegno al lavoro e la lotta alla precarietà, alla riforma della scuola e al sostegno allo sviluppo e l'innovazione delle imprese. Penso inoltre al recupero dell'evasione fiscale e al sostegno dei redditi e delle pensioni. Dopo anni si è ricominciato a rilanciare le politiche sociali: dal contrasto alla povertà alla riforma del terzo settore, il rifinanziamento del fondo sociale e per la non autosufficienza, le leggi sull'autismo e sul "dopo di noi"".

"Penso alle leggi sui diritti civili, dalle unioni al divorzio breve, non ultima la legge approvata proprio ieri per il sostegno ai minori orfani di femminicidi. Una stagione importante che non ha potuto essere implementata ulteriormente con la riforma costituzionale. Credo che se l'Italia ha potuto presentarsi in Europa e nel mondo a testa alta, molto sia dipeso da questa formidabile azione riformista e dalla credibilità acquisita in situazioni difficili, come quella in cui si è riusciti a completare a tempi da record e organizzare Expo. Ora ci spettano ulteriori sfide: come creare lavoro in futuro e come cogliere la sfida dell'industria 4.0, del lavoro ai giovani e del sostegno alle aree più disagiate. Serve un paese modernizzato che porti la banda larga in ogni paese, che contrasti l'uso del suolo e investa in salvaguardia dell'ambiente, in contrasto al dissesto idrogeologico, in un'economia circolare che ed ecosostenibile".

"I mutamenti geopolitici, il contrasto ai populismi e ai nazionalismi e sovranismi dovranno vederci in prima linea conclude Arlotti. - Ora siamo nella fase congressuale ed è importante che i candidati alla segreteria si confrontino sui temi che riguardano il partito, la sua collocazione, le regole che la comunità dei democratici deve darsi. Che sia un momento di apertura del partito e di confronto nel rispetto di tutte le opinioni. 
Forza Matteo!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

Torna su
RiminiToday è in caricamento