La denuncia del M5S bellariese: "Dopo il lock down ricominciano atti vandalici e furti"

Diverse segnalazioni di malviventi che prendono di mira le auto lasciate in sosta per svaligiare gli abitacoli: "Serve la videosorveglianza"

A denunciare la situazione è il M5S di Bellaria che, in una nota stampa, rileva come con la fine del lock down si siano registrati diversi atti vandalici e furti nelle auto lasciate in sosta lungo le strade cittadine. "Dopo il 18 maggio - spiegano i grillini bellariesi - è ripartita anche un'attività sgradita, ossia quella degli atti vandalici a scopo di furto, come quelli di cui sono state vittime alcune vetture parcheggiate in via Agedabia o nella sua prossimità. I responsabili di questa attività pare siano sempre gli stessi. Quantomeno pare sia stata notata la stessa berlina 2 volumi nera. A farne le spese, lo scorso lunedì 18, sono stati 2 furgoni di una squadra di antennisti parcheggiati a metà della via per un intervento all'antenna di un ripetitore. Non è la prima volta che come MoVimento 5 stelle denunciamo questa situazione, sia in Consiglio comunale, che mediaticamente, e per un certo periodo un aumento dei passaggi da parte delle forze dell'ordine locale avevano dato i loro frutti, portando a una diminuzione dei furti. Così è stato per tutto il periodo del lockdown, ove i frequenti controlli richiesti dall'emergenza covid, avevano di certo fatto desistere i malintenzionati dall'effettuare furti con scasso. Purtroppo, diminuito il controllo, i furti sono subito ripresi".

"A farne le spese negli scorsi anni - ricorda il Movimento - erano stati non solo turisti e avventori locali, ma anche persone dirette alla casa di cura Sol et Salus, che trovavano in quel parcheggio a strisce blu, l'unica alternativa nei momenti di affollamento stradale. Una videosorveglianza a deterrenza, un piantonamento regolare, una collaborazione con altre squadre del riminese. Di proposte ne sono state fatte, e se la vecchia amministrazione ci ha risposto con "velati" inviti a desistere, e qualcuno anche con parole di derisione, dalla nuova amministrazione che dispone di una guida più giovane e disponibile, ci aspettiamo si concretizzino gli impegni presi in campagna elettorale, e che questo accada in tempi adeguati. Non vorremmo che questi eventi, ritrovati e sgraditi, si aggiungessero alle già spiacevoli difficoltà attuali. Né vorremmo si sommassero ai timori legati al velo bianco formato dal polline di pioppo, il cui incendio due anni addietro regalò brutte emozioni ai residenti del quartiere. Speriamo che queste parole siano presto le ultime che leggerete sull'argomento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

Torna su
RiminiToday è in caricamento