Montecopiolo e Sassofeltrio, il Movimento per l'autonomia della Romagna: "E' in gioco la democrazia italiana"

A parlare è Samuele Albonetti, coordinatore regionale Mar - Movimento per l'autonomia della Romagna

"Credo di non esagerare nel sostenere che nella vicenda di Montecopiolo e Sassofeltrio è in gioco la democrazia italiana". A parlare è Samuele Albonetti, coordinatore regionale Mar - Movimento per l'autonomia della Romagna. "Le recenti vicende lo confermano: la richiesta di taluni senatori volta a ripetere il referendum che si tenne nel giugno del 2007 è da biasimare e da contrastare, con tutte le forze soprattutto da parte di chi crede ancora nella democrazia "dal basso". Questa proposta di democrazia "dall'alto", che rischia di permettere a pochi di decidere il destino di molti, proprio non è tollerabile. Esorto i partiti, i loro segretari, i senatori a intervenire e a portare al più presto a conclusione l’iter legislativo in Parlamento: con quale faccia tosta si presenterebbero agli elettori in un prossimo futuro se si rendessero complici, nel prevalente silenzio, di aver impedito la volontà popolare, la scelta espressa con un democratico referendum volta a permettere a 2.500 persone romagnole di rientrare nella loro naturale regione? Le parole su questa vicenda sono ormai finite. La pazienza pure".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento