Rossi (Pd): "A Rimini candidato alla segreteria senza consultare nessuno"

La consigliera regionale, ed ex assessore comunale a Rimini commenta la candidatura del sindaco di Misano Stefano Giannini

Sull'unico, per ora, candidato alla segreteria provinciale del Partito Democratico di Rimini "non solo non è stata consultata la base o i quadri dirigenti, ma nemmeno realtà rappresentative del territorio a livello istituzionale e amministrativo". Così "si va a tradire la coazione" del Partito. La consigliera regionale, ed ex assessore comunale a Rimini, Nadia Rossi, commenta la candidatura del sindaco di Misano Stefano Giannini, ricordando che "il 17 luglio la direzione provinciale si riuniva per porre le basi del prossimo congresso: una conferenza programmatica tematica con l'obiettivo di redigere un documento che avrebbe dovuto interpretare un candidato unitario". Oggi, passati due mesi, "di quell'impostazione unitaria, condivisa e accolta in maniera positiva da tutti vi è rimasto ben poco". Era necessario, argomenta la dem, "un momento di inclusione di tutte le energie", non "l'esibizione dell'attivismo delle correnti. E la corrente, va da sè, esclude, non include". Dunque "la candidatura arrivata nelle ultime settimane, di una persona che conosco personalmente e che ammiro per le sue capacità amministrative, diventa difficile da definire unitaria, proprio per il metodo con cui è stata elaborata". Come sottolinea Rossi "non si possono invocare le energie di tutti e in particolare giovani e poi chiedere loro ogni volta di aspettare il proprio turno limitandosi a coinvolgerli in maniera marginale nei gruppi dirigenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle ultime amministrative la consigliera regionale si è impegnata "per allargare il più possibile il campo del centrosinistra a tutte quelle realtà, sia civiche che politiche, nel senso piu' nobile del termine, che hanno dimostrato di condividere con il Partito democratico un'idea di sviluppo e benessere per la nostra comunità". Per cui, conclude, "il candidato dovrà farsi carico di un documento unitario nel quale certamente dovrà essere messo a fuoco questo tema". Resta da capire "in quale sede e da chi questo documento unitario dovrà essere approvato dal momento che l'organismo più autorevole del partito a livello provinciale, cioè la direzione, è già stato sciolto".
(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • La Guardia di finanza scopre una "furbetta" del reddito di cittadinanza: denunciata una 60enne

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Il marchio Cocoricò torna sotto la piramide: ad acquistare il brand Enrico Galli

Torna su
RiminiToday è in caricamento