Attacco all'Amministrazione di Riccione: "Non c'è traccia di promozione turistica"

Il Partito Democratico punta il dito sulla mancanza di un calendario di eventi per l'estate 2017

"Finita la prima decade di gennaio e ancora non vi è traccia di una programmazione di promozione turistica per la nostra città. Dopo la notizia spot della iniziativa sulla neve, non si hanno altre notizie di come si voglia muovere l'assessorato al Turismo per l'anno che è appena iniziato". A puntare il dito contro l'Amministrazione di Riccione è il Partito Democratico che, in una nota stampa, rimarca la mancanza di informazioni sugli eventi che, in particolare, si terranno la prossima estate. "È sicuramente paradossale essere costretti a porsi questa domanda il 10 gennaio - spiegano - quando di solito le attività sono sempre state definite ben prima della fine dell'anno. Come tutti sanno i mesi invernali, per le località di mare, sono i migliori per proporre offerte e opportunità per la clientela dell'estate 2017. Ma l'assessore ancora forse non ha ben chiaro il suo ruolo, quello che prevede una guida, un coordinamento e un indirizzo politico da condividere con gli operatori della città".

"Proprio questa mattina- prosegue il Pd - pare sia in programma un tavolo di lavoro con consorzi, club di prodotto e altri operatori cittadini del settore. Chissà con quali propositi e soprattutto con quali obiettivi, vista la data.
Speriamo almeno che l'assessore si sieda dalla parte giusta del tavolo e che ritrovi consapevolezza del suo ruolo.
Non sono lontani gli anni in cui la promozione turistica veniva concordata e condivisa con gli operatori cittadini del settore, operatori che sostenevano sia nella logistica, sia nella sostenibilità economica, contribuendo a finanziare parte dei progetti insieme all'assessorato. Un fatto che dovrebbe essere ben impresso nella mente dell'assessore Montanari perché proprio lui, in qualità di presidente di Club di Prodotto, è stato uno dei protagonisti di quel tavolo di lavoro".

"Forse è più facile stare dalla parte del tavolo dove si può criticare che non da quella dove le cose vanno fatte e le decisioni prese? - si domandano chiudendo la nota stampa. - Si è vero, il passo dal luna park ai gonfiabili è breve, scontato e decisamente più facile ma la città ha bisogno di altro. Le chiacchere, i proclami e l'entusiasmo effimero hanno poco a che vedere con le aspettative e i bisogni di una città che aspetta oramai da troppo tempo segnali tangibili. Una città che aspetta che l'assessorato e l'assessore escano dalle sabbie mobili della politica e comincino a riappropriarsi del proprio ruolo. C'è una intera città che lo chiede, c'è una grande fetta di economia cittadina che ne ha bisogno".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      L'ultimo saluto a Nicky Hayden, la cerimonia in diretta su Facebook

    • Eventi

      Occhi all'insù: tornano le Frecce Tricolori con il "Bellaria Igea Marina Airshow 2017"

    • Cronaca

      Riapre il "BoaBay": l'aquapark galleggiante in mare più grande del mondo

    • Incidenti stradali

      Scontro tra auto e scooter, ad avere la peggio è stato un 36enne

    I più letti della settimana

    • "L’Inps rifiuta la cassa integrazione a 800 lavoratori": Arlotti interroga il ministro Padoan

    • Riccione, chiusura Camping Romagna, Lega all’attacco di Pd e Patto Civico

    • La denuncia dei grillini: "Mancata manutenzione e degrado nei parchi pubblici"

    • Camping di Riccione chiuso, interviene il candidato grillino Delbianco

    • Gioenzo Renzi: "L'immagine turistica di Viserba penalizzata da abusivi e degrado"

    • Sensoli (M5S): "Dopo il rogo a Raibano serve indagine epidemiologica"

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento