Patto Civico Riccione Oltre entra nel merito del Trc

In vista delle amministrative nella Perla Verde affronta il tema e precisa: “E’ necessario migliorare l’infrastruttura ormai esistente sia sotto un profilo funzionale sia sotto un profilo estetico”

Patto Civico Riccione Oltre interviene sulla questione TRC, il Trasporto Rapido Costiero tanto dibattuto in passato sul quale è ora calato un silenzio imbarazzante “E’ come un fantasma ingombrante che nessuno affronta. Non ne parlano le forze politiche che lo hanno voluto. Non ne parla l’ex sindaco che dopo aver vinto le elezioni sulla promessa non mantenuta di fermarlo, l’ha fatto realizzare nel peggior modo possibile. Eppure l’opera è in avanzato stato di realizzazione e la politica non può fare come lo struzzo”. Patto Civico Riccione Oltre non si sottrae alla responsabilità di affrontare il tema e precisa che è necessario migliorare l’infrastruttura ormai esistente sia sotto un profilo funzionale sia sotto un profilo estetico.

“Funzionalmente è doveroso fare pressione affinché siano trovate le risorse per la messa in esercizio per il 2018, anno previsto per il completamento definitivo dell’opera e per la razionalizzazione complessiva del trasporto pubblico complementare al TRC (spostamenti a pettine, filobus 11 ecc.)” affermano i rappresentanti di Patto Civico Riccione Oltre che proseguono “Sotto un profilo estetico è necessario assicurare, anche attraverso risorse comunitarie, un miglioramento dell’impatto affinché sia consono a una città metropolitana”. Patto Civico Riccione Oltre propone concorsi e bandi per fare intervenire artisti e urbanisti in maniera tale da rendere l’opera accettabile migliorandone gli impatti e gli effetti che, allo stato delle cose, sono inaccettabili e più consoni a una periferia urbana che a una città turistica come Riccione.