Petitti (Pd): "Precari della Provincia di Rimini da tutelare, continueremo a pressare il governo"

"Con l'approvazione al Senato del disegno di legge Delrio sulle Province attraverso l'apposizione della questione di fiducia sono saltati moltissimi emendamenti, tra i quali quelli fondamentali per la stabilizzazione dei precari storici delle Province, dei centri di formazione e dei centri per l'impiego"

"Con l'approvazione al Senato del disegno di legge Delrio sulle Province attraverso l'apposizione della questione di fiducia sono saltati moltissimi emendamenti, tra i quali quelli fondamentali per la stabilizzazione dei precari storici delle Province, dei centri di formazione e dei centri per l'impiego. Il precariato non è soltanto una questione di numeri e spese di personale, bensì di persone che da anni svolgono il proprio lavoro con grande professionalità, impegno e sacrificio”, sottolinea il deputato riminese del Pd, Emma Petitti.

“Si tratta di lavoratori che anche nella Provincia di Rimini operano per servizi indispensabili e che rappresentano una ricchezza su cui la Funzione Pubblica dovrebbe investire per garantire l’efficienza dei servizi ai cittadini. Stanno prestando un'opera fondamentale, ma passando ad altro ente rischiano di perdere ogni diritto. Nell'ambito dell'esame del decreto Pubblica amministrazione è stato approvato un ordine del giorno che impegna il governo ad un intervento e sul quale continueremo a pressare l'Esecutivo. - continua l'onorevole - E' importante infatti trovare percorsi di stabilizzazione per singole tipologie contrattuali e che il Ddl Delrio arrivi alla sua approvazione nei tempi previsti, pena il rischio che venga inserito nella modifica del Titolo V° della Costituzione, con la conseguenza che un allungamento dei tempi non sia favorevole ai lavoratori precari”.

“Si tratta di una questione che rimane nella sua gravità e che quindi avrà bisogno, al più presto, della costituzione di un tavolo di confronto con il ministro della Pa Marianna Madia per trovare una soluzione adeguata, che potrebbe essere ad esempio la proroga delle graduatorie delle Province e la proroga dei contratti, in maniera che il percorso di stabilizzazione possa realizzarsi nel nuovo ente in cui subentrano", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento