Presidio di Forza Nuova "contro la repressione"

Sabato pomeriggio, il nucleo forzanovista riminese è sceso in piazza contro l'amministrazione comunale e contro la forte repressione attuata nei confronti del Movimento

Sabato pomeriggio, il nucleo forzanovista riminese è sceso in piazza contro l'amministrazione comunale e contro la forte repressione attuata nei confronti del Movimento in una manifestazione pacifica ma determinata, direttamente ai piedi di Palazzo Garampi.

“Di fronte a noi, ogni qualvolta che scendiamo in piazza, supportata dai soliti esponenti riminesi della “democrazia”, vi è la solita marmaglia rossa distruttrice di città come di valori - spiega il responsabile provinciale forzanovista Ottaviani Mirco - professionisti della guerriglia , prezzolati no- global e figli di papà nullafacenti, pacifinti, privilegiati e autorizzati in ogni loro atto con disprezzo delle leggi e con discriminazione del libero diritto di manifestare il proprio pensiero, garantito, a parole, dalla Costituzione”.
 

“Davanti ad una crisi economica senza precedenti, davanti ad un governo di banchieri che nessuno ha votato, davanti ad una disoccupazione giovanile che sta raggiungendo cifre decisamente preoccupanti, davanti a fabbriche che chiudono e delocalizzano da un giorno all’altro lasciando dietro di sè miseria e disperazione sociale è alquanto triste constatare che vi sia ancora qualcuno che pensa solo a fare dell'antifascismo militante, ripetendo slogan di morte, triti e ritriti, vuoti e privi di significato. Sembra evidente che i veri nostalgici, nel senso peggiore e dispregiativo del termine, non siano i militanti di FN”.
 

“Assessori, consiglieri comunali e primo cittadino - continua il responsabile - sono spesso e volentieri a braccetto con questi soliti noti dei centri sociali che negli anni si sono sempre contraddistinti per l'occupazione abusiva, e a spese dei cittadini, di numerosi stabili sul territorio, nel più totale spregio della legalità, manifestando spesso senza alcuna autorizzazione e attaccando, anche direttamente, le forze dell'ordine”. Il movimento forzanovista non si arrende e non china il capo davanti a tale violenza “democratica”. “La nostra lotta continua - conclude Ottaviani - tutti i giorni, tutto l’anno, così come siamo abituati a fare, senza sconti per nessuno. La coerenza è una qualità che in pochi possono permettersi, noi possiamo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento