Vitali: "La provincia unica si gioca sui numeri"

Tutti i dubbi dei riminesi sull'accorpamento delle province romagnole sono stati ribaditi venerdì in una riunione istituzionale, nella sede della Provincia

Redazione 7 settembre 2012
8

Tutti i dubbi dei riminesi sull'accorpamento delle province romagnole sono stati ribaditi venerdì in una riunione istituzionale, nella sede della Provincia. Hanno partecipato i deputati Elisa Marchioni (Pd) e Sergio Pizzolante (Pdl), i consiglieri regionali Roberto Piva (Pd) e Marco Lombardi (Pdl), il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali. Vitali ha ribadito il grande lavoro svolto da 20 anni, da quando nel 1992 è nata la Provincia riminese, sul piano dei servizi, della sanità, delle infrastrutture, del turismo e dell'economia locale in genere.

E ha vantato dati migliori rispetto a Ravenna e Forlì-Cesena: per esempio l'82,6% di dipendenza della popolazione dalle strutture ospedaliere pubbliche e private locali, rispetto al 73,3% di Cesena che però è candidata ad ospitare l'Ausl unica. Vitali vuole infatti un confronto sui dati numerici con le altre due province romagnole, non una battaglia politica, perché il fronte questa volta non è destra contro sinistra, ma area contro area. In questo modo, secondo il presidente, l'apporto alla Provincia unica di Romagna da parte di Rimini, potrebbe essere più significativo e permettere alla capitale del turismo italiano di pesare sugli equilibri interni di una Provincia unica che sembra già nascere come famiglia di 'separati in casa'.

Annuncio promozionale

Stefano Vitali
provincia unica

8 Commenti

Feed
  • Avatar di alessandro

    alessandro malatesta sta calmo e prendi un moment :)

    il 14 settembre del 2012
  • Avatar di davide

    davide Bene Malatesta, si faccia così. Provincia di Forlì-Ravenna e Provincia di Rimini. Ma... ops! Poichè la Provincia di RN è piccola piccola, la Legge italiana la accorperà d'ufficio a Forlì-Ravenna! A meno che non usciate dall'Emilia-Romagna così vi annetterete a Pesaro-Urbino! Mi sa che siete fregati.

    il 10 settembre del 2012
    • Avatar di malatesta

      malatesta poverino..

      il 10 settembre del 2012
  • Avatar di malatesta

    malatesta Perfettamente daccordo con voi. La provincia la facciano Forli e Ravenna spartendosi gli uffici dello stato, perdendo servizi e infrastrutture e una delle due la sede del capoluogo.
    Rimini deve rimanere da sola non puo essere scippata dalle altre due province. Se vogliono possiamo anche uscire dalla regione(e magari dall'italia! che ci sta massacrando) e unirci a San Marino.

    il 10 settembre del 2012
  • Avatar di None

    None Che rimini rimanga fuori dalla provincia unica, ma che venga anche espulsa dalla regione; abbandonata al suo destino senza più poter di nessun finanziamento pubblico, intanto loro posso far tutto da soli e quindi che soli rimangano.. di si curo ci ci libera un una rogna, fuori rimini e riminesi significa fuori le rogne di individui superbi... ah logicamente che qui si facciano controlli fiscali a tappeto, poi vediamo se son così bravi cittadini i liberi professionisti maestri del turismo!!!!

    il 9 settembre del 2012
    • Avatar di alessandro l

      alessandro l Condivido appieno il tuo concetto..E poi a Forli, Cesena e Ravenna la chiamiamo PIADINA e non piada!! Già per questo a Rimini meritano di essere accantonati...
      Per quanto riguarda la scelta del capoluogo per me è un gioco a due, cioè Ravenna e Forli, ossia le due province uniche storiche romagnole... Il resto non conta

      il 9 settembre del 2012
      • Avatar di Oscar

        Oscar La loro piada non è degna neppure di essere chiamata piada ma... foglio di giornale insapore!.... e come si vantano del loro foglietto di giornale!

        il 12 settembre del 2012
        • Avatar di rob rob

          rob rob Hai proprio ragione, questi riminesi sono gentaglia!

          il 12 settembre del 2012