Covid, le tre proposte del Pd per fare fronte all'emergenza

Il pacchetto del Pd Riccione a sostegno delle famiglie, dell'economia locale e alla riqualificazione edilizia

In previsione del prossimo consiglio comunale, "il primo che verrà convocato dalla giunta riccionese dopo ben sei mesi di inattività, il gruppo consigliare del Partito democratico ha depositato tre proposte di ordine del giorno da portare al voto del consiglio comunale", spiega il Pd Riccione. "Pur rimanendo chiusi nelle nostre case abbiamo toccato con mano i problemi concreti delle persone, che ci hanno coinvolto e sollecitato nel trovare le risposte alle tante difficoltà con cui la pandemia ha travolto le famiglie e le imprese.

Nell’area degli aiuti alle famiglie abbiamo appurato che i buoni spesa non sono stati sufficienti a soddisfare le richieste di tutti. Anche per effetto di un bando di assegnazione sbagliato, che non ha affatto premiato le famiglie in reale difficoltà, ma che si è orientato solo sulla base di una autocertificazione relativa ai depositi in conto corrente. A tal fine abbiamo proposto un ordine del giorno in cui chiediamo di destinare 150.000 euro dall’avanzo di bilancio del 2019 (l’approvazione del rendiconto è prevista entro il mese di maggio), all’erogazione di ulteriori buoni spesa alle numerose famiglie in difficoltà della nostra città.

Nell’area degli aiuti all’economia locale abbiamo presentato un ordine del giorno relativo alla riduzione del 50% del canone di occupazione spazi e suolo pubblico per l’anno 2020, prevedendo anche la concessione gratuita di tutto lo spazio esterno (c.d superficie marginale) che possa essere funzionale a garantire il distanziamento sociale degli esercizi pubblici. Prevedendo, in coerenza con le previsioni del decreto rilancio, una procedura semplificata per la quale, coloro che richiederanno ulteriore occupazione di spazi, potranno beneficiare del silenzio assenso decorsi 5 giorni, per ogni aspetto autorizzatorio. Lo avevamo già proposto nelle settimane scorse, ribadiamo quindi che l’uso degli spazi e delle aree pubbliche potrà essere la risposta concreta alla sostenibilità economico finanziaria degli esercizi in rapporto ai protocolli Covid a cui le imprese saranno obbligate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’area riqualificazione edilizia abbiamo presentato un ordine del giorno con proposta di modifica del regolamento sulle attività dei cantieri, chiedendo di prolungare gli orari consentiti dall’orario invernale fino al 26 Giugno. I cantieri sono rimasti bloccati per oltre due mesi e le molte ristrutturazioni avviate hanno necessità di essere concluse nei tempi più brevi consentendo l’attività anche negli orari in cui sarebbero vietate dal regolamento vigente. Completare questi cantieri significa infatti consentire il recupero delle settimane perse. Riteniamo che siano proposte di buon senso che si auspica trovino l’adesione della maggioranza nell’interesse dei riccionesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta davanti al ristorante

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Schianto tra due centauri, uno si "infila" nella cuspide piena d'acqua

  • Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

Torna su
RiminiToday è in caricamento