Il blitz dell'Arcigay contro Mario Erbetta: occupato lo scranno del consigliere

Erbetta: "Non è tollerabile verso nessuno, è un'offesa a tutto il Consiglio"

Una serie di articoli sull'omofobia commentati attraverso dei post-it e una bandierina arcobaleno. È quanto il presidente dell'Arcigay di Rimini, Marco Tonti, ha lasciato, postando il tutto con foto su Facebook, sullo scranno del consigliere comunale del Gruppo misto, Mario Erbetta. Che decisamente non gradisce. "Non e' tollerabile verso nessuno, e' un'offesa a tutto il Consiglio", tuona in apertura di seduta giovedì sera, annunciando che provvederà personalmente a livello giuridico. E stigmatizzando come "il primo che passa possa entrare e fare quello che vuole". "Se questo e' un omofobo?", si interroga Tonti nel suo post sui social, ricordando che alcune settimane prima del Rimini Summer Pride, in Consiglio comunale "si e' scatenata una grandinata omofobica di prim'ordine a cura soprattutto del consigliere Erbetta". Il quale "affermava che i pride sono anacronistici perche' 'ormai quasi tutti i diritti sono stati riconosciuti', senza rendersi conto che la sua frase conteneva in se' l'autosmentita proprio in quel 'quasi'". Tuttavia, aggiunge, "la cosa davvero ripugnante e vergognosa e' stata l'affermazione che l'omofobia non esiste". Da qui l'augurio di "buona lettura, se avra' la decenza di aprire gli occhi su un mondo che non riguarda il conflitto partitico ma la vita delle persone. E chissa', forse dopo la vedremo al prossimo Summer Pride cui la invito gia' da adesso". (Fonte Agenzia Dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento