Rossi (Pd): “Non è momento di allentare tensione, continuiamo ad agire con rigore e responsabilità”

Emergenza coronavirus, il dibattito in Assemblea Legislativa regionale riunita in via telematica

In via telematica, oggi si è riunita l’Assemblea Legislativa regionale, a un mese esatto dal suo insediamento e a cinque settimane dall’inizio dell’emergenza coronavirus in Italia. Il Presidente Stefano Bonaccini è intervenuto per una informativa sulle misure di contenimento del virus, di trattamento dei pazienti e di riorganizzazione sanitaria oltre che in merito alle conseguenze socio-economiche della pandemia. Nadia Rossi è intervenuta nel dibattito a distanza. “La zona di Rimini è stata al centro di imposizioni particolarmente restrittive dopo la presa d’atto di una preoccupante evoluzione epidemiologica del Covid-19 nei territori dei due distretti sanitari riminesi, misurata anche dalla progressione dell’evoluzione del rapporto di incidenza tra numero di persone contagiate e popolazione su tutto il territorio provinciale, anche considerata la vicinanza con il territorio pesarese. Misure inedite e sofferte, necessarie per evitare il collasso di un sistema sanitario che, grazie allo straordinario sacrificio dei medici, degli infermieri e del personale sanitario tutto e grazie alla gestione coordinata e condivisa sin da subito tra Regione, Azienda, Prefettura, Provincia, Comune Capoluogo e anche tutti gli altri, sta comunque reggendo” ha affermato il consigliere Pd.

“Ora non è il momento di allentare la presa, ma anzi di intervenire a protezione di chi lavora in prima linea, mettendo in campo ogni misura necessaria. La storia delle epidemie insegna, infatti, che il momento critico è quello in cui i decessi iniziano a diminuire, e quando questo accadrà dovremo continuare a essere rigorosi per non alimentare una nuova diffusione del virus” è il monito di Nadia Rossi. “Le difficoltà per l’economia e la tenuta sociale sono evidenti. Nel nostro territorio il settore turistico, commerciale e dell’artigianato, fatto di centinaia di piccole e medie imprese, ha e avrà bisogno del massimo sostegno. Mentre lo Stato e l’Europa cercano una quadra difficile, la Regione si sta muovendo rapidamente anche su questo fronte. - sottolinea la consigliere riminese - Sono già stati approvati provvedimenti d’urgenza a sostegno dell’occupazione, della liquidità delle imprese e di alleggerimento delle incombenze a carico delle famiglie. Tra tutte, l'Accordo sulla cassa integrazione in deroga sottoscritto il 6 marzo scorso tra amministrazione regionale e parti sociali che compongono il Patto per il Lavoro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Contributi a fondo perduto per migliorare e modernizzare negozi, bar e ristoranti

Torna su
RiminiToday è in caricamento