Elezioni regionali, Sacchetti (Pd): "Vittoria storica. Adesso lavoriamo per 2021"

"La giusta euforia di oggi non deve però distrarci dai problemi che permangono soprattutto nell'entroterra"

"Una vittoria storica. Una vittoria per l’Emilia-Romagna, non per altro - commenta il segretario provinciale Pd Filippo Sacchetti - In un clima difficile come quello attuale diventa ancor più fondamentale che una comunità metta in gioco i suoi punti di forza: radici, valori, progetti per il futuro e persone credibili. Stefano Bonaccini è stato capace di interpretare questo sentimento e ha saputo guidare la nostra regione in modo serio, competente e autorevole. Quella di oggi è una grande vittoria in una competizione che qualcuno voleva trasformare in un referendum sul piano politico nazionale, ma che grazie al presidente, alla sua coalizione e ai nostri candidati è diventata un voto per l’Emilia-Romagna. Per il territorio, per chi lo vive e tutti i giorni ci lavora.
Con grande sforzo siamo riusciti a parlare di temi, di sanità, servizi alla persona, lavoro, sviluppo e ambiente. 
Abbiamo dimostrato che quando si parla di fatti e di persone il Partito Democratico c’è e vince".

Sacchetti: "La testa ha vinto sulla pancia e sulle fake news"

"Abbiamo vinto anche a Rimini, territorio storicamente più difficile, grazie a un PD presente, radicato sul territorio, che ha lavorato duramente in questi mesi per affermare le proprie idee.  Un Partito Democratico nettamente in crescita rispetto alle Europee di maggio, che si conferma forza centrale di sostegno al progetto di Bonaccini andando ben oltre il 30%: il perno di una coalizione aperta, in un modello che dovremo seguire anche alle prossime tornate elettorali, a partire dalle amministrative 2021. Progetto Bonaccini che ha primeggiato Rimini, Santarcangelo e Cattolica per citare alcuni tra i comuni più grandi".

Siamo riusciti a ripetere quello che è successo a maggio con i sindaci, quando abbiamo vinto nell’80% dei Comuni: far capire ai nostri concittadini che bisogna guardare le persone, la storia, la competenza e la credibilità che hanno nel saper risolvere i problemi. La giusta euforia di oggi non deve però distrarci dai problemi che permangono soprattutto nell’entroterra. Grazie a Bonaccini e al lavoro dei candidati si è riusciti a ridurre il gap rispetto alle recenti Europee, ma è necessario dare risposte concrete, partendo dalle politiche nazionali. Lavorare tutti insieme e a testa bassa per riconquistare il primato in territori storicamente noi vicini. Farci sentire presenti con azioni concrete e mirate, eliminare le divisioni e recuperare la compattezza che, abbiamo visto ancora una volta, diventa il nostro punto di forza. Sono stati quattro mesi di duro lavoro, passione e partecipazione vera. Siamo partiti dai programmi, dai candidati del territorio con un’esperienza sulle spalle, chiudendo con una campagna elettorale casa per casa, comune per comune, che ha segnato oltre 50 iniziative e migliaia di persone incontrate.  Il risultato premia in modo netto il Partito Democratico permettendoci di eleggere due consiglieri, il massimo a cui potevamo aspirare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A differenza di avversari che dopo tanto “urlare” si trovano ora a dover fare i conti con contrapposizioni interne, con un giovane candidato che supera il segretario provinciale e mette in discussione gli equilibri del partito a un solo anno dalle elezioni in quel Comune di Rimini in cui perde la sua leadership. Guardiamo con fiducia al futuro, ringraziamo ancora una volta i candidati che hanno corso in prima persona mettendoci faccia, impegno e passione e i tantissimi volontari che hanno lavorato con il cuore di questo questo progetto.  Ora festeggiamo, perché è giusto farlo, per poi rimetterci subito al lavoro per fare del territorio un’eccellenza sempre migliore. 
Un modello sociale e anche politico per l’intero Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Discoteche, il mondo della notte si reinventa e punta alla riapertura

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

Torna su
RiminiToday è in caricamento