Secondo stralcio del Trc, il Pd insorge: "Le bugie della maggioranza hanno le rotaie corte"

Il Pd di Riccione commenta così l'annuncio del secondo stralcio del trasporto rapido costiero (Trc) Metromare che si svilupperà fino alla Fiera di Rimini

"Le bugie della maggioranza hanno le rotaie corte". Il Pd di Riccione commenta così l'annuncio del secondo stralcio del trasporto rapido costiero (Trc) Metromare che, ormai alla vigilia dell'entrata in funzione della tratta Rimini-Riccione, con il progetto approvato nel corso dell'ultima seduta della giunta comunale, si svilupperà fino alla Fiera di Rimini. "Mentre a Rimini l'amministrazione comunale è impegnata con la progettualità relativa allo stralcio, nella nostra città i partiti di maggioranza passano il loro tempo in perenne campagna elettorale, scrivendo e raccontando tra l'altro molte frottole - commentano duri dal Pd - A partire dalle affermazioni relative alle richieste di modifica del progetto del Trc che l'attuale sindaco avrebbe fatto al momento del suo insediamento nel 2014. Ovviamente, ma questo dimenticano di dirlo, dopo aver vinto le elezioni con la fantomatica promessa di fermare l'opera. Parliamo del nulla: non venne elaborato alcun progetto concreto a sostegno delle proposte di modifica progettuale, a differenza di ciò che vogliono far cedere i capigruppo di maggioranza oggi; ricordiamo solo una semplice linea tracciata con un pennarello su una piantina, dove tra l'altro la circolazione dei mezzi non era prevista in sede protetta ma aveva interferenze e incroci con la viabilità locale, che avrebbero pregiudicato la funzionalità dell'uno e dell'altra. Tra l'altro ricordiamo che nel settembre del 2014, proprio per mettere alla prova la vera volontà diSSindaco e maggioranza, il Partito Democratico presentò in consiglio comunale un ordine del giorno relativo all'uscita unilaterale dal progetto Trc. Ovviamente la maggioranza votò contro, a dimostrazione del fatto che un conto è raccontare bugie in campagna elettorale e un altro è governare e amministrare. Inoltre, nessuno ha mai affermato che il tracciato del Trc arebbe passato lungo la ferrovia per tutto il tracciato dalla Fiera a Cattolica; l’estensione è stata fatta scegliendo evidentemente il percorso migliore, garantendo comunque la piena protezione del tracciato. Infine, si comprende bene (se lo si vuole) che la corsia è centrale (e non laterale) proprio per non avere interferenze e sono previsti sottopassi per escludere ogni promiscuità con il resto del traffico, pienamente in linea con quanto avviene per la tratta Rimini FS-Riccione FS. Invitiamo pertanto gli esponenti dei partiti che governano Riccione a finirla con uscite pretestuose e sterili, fini a se stesse. Pensino, come stanno facendo altri, a lavorare per fare in modo di far trovare la città pronta quando tra qualche mese il trasporto rapido costiero entrerà in funzione".

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento