Targhe estere, Di Maio: "Governo imbarazzante. Considerati tutti delinquenti"

Lo affermano il deputato romagnolo Marco Di Maio e lamarchigiana Alessia Morani

"La risposta che il Governo ci ha fornito in Aula alla Camera attraverso le parole del sottosegretario Jacopo Morrone è a dir poco imbarazzante. Di fronte ad un quesito specifico in cui si chiedeva se e quali iniziative specifiche il Governo volesse adottare per affrontare il problema dei cittadini italiani che, per lavoro, per studio o per ragioni familiari e personali, circolano in Italia con auto aventi targhe straniere, il sottosegratario si è limitato a leggere testualmente la norma. E' evidente che non era preparato e che il Governo non ha alcuna intenzione di affrontare il problema che riguarda quasi 6mila lavoratori frontalieri che hanno rapporti con San Marino e altre migliaia di persone residenti nelle province di confine". Lo affermano il deputato romagnolo Marco Di Maio e lamarchigiana Alessia Morani, che hanno presentato una interrogazione "sugli effetti particolarmente negativi del decreto sicurezza sul punto che riguarda il divieto assoluto di circolare con auto aventi targa straniera sul suolo italiano". 

"Abbiamo premesso di condividere la battaglia contro l'esterovestizione - affermano - ossia quella pratica usata dai 'furbetti' che non vogliono pagare le tasse in Italia; ma qui stiamo parlando di cittadini, studenti, lavoratori dipendenti e imprenditori, che subiscono multe da 700 a 2800 euro col rischio di sequestro del veicolo perchè guidano un'auto aziendale, perchè magari hanno attività all'esterno o vi si trovano momentaneamente per ragioni di studio. Oppure perchè fanno parte di famiglie composta da cittadini italiani e stranieri. E' giusto che queste persone vengano trattate come se fossero delinquenti qualsiasi? Noi pensiamo di no, ma evidente il sottosegretario Morrone e il ministro Salvini, che nelle scorse settimane aveva già fatto capire non voler intervenire sul punto, la pensano diversamente".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Il Comune pronto a demolire balconi trasformati in verande e sale da pranzo coperte

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

  • Truffatore seriale arrestato a Rimini, su di lui un mandato di cattura europeo

Torna su
RiminiToday è in caricamento