V Peep, l’Amministrazione Comunale al lavoro per il Tavolo di confronto

La Giunta comunale, con delibera 189 del 30 luglio scorso, si è presa tre impegni nei confronti dei cittadini del V Peep, per affrontare ogni aspetto legato al calcolo dei corrispettivi

La Giunta comunale, con delibera 189 del 30 luglio scorso, si è presa tre impegni nei confronti dei cittadini del V Peep, per affrontare ogni aspetto legato al calcolo dei corrispettivi per la trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà e l’eliminazione dei vincoli di alienabilità. In primis mettere in campo un’azione legislativa attraverso i parlamentari riminesi per ridefinire le modalità di calcolo della determinazione dei corrispettivi in parola, eventualmente anche con l'aumento dell'abbattimento previsto dal comma 48 della legge 448/1998. Un passo che è stato fatto dai parlamentari, che già all’indomani della delibera si sono attivati in questa direzione. Il secondo impegno preso nella delibera, non semplice, era quello di chiedere un parere alla Corte dei Conti sul procedimento previsto dalla legge: la richiesta in questo momento è alla firma del sindaco. Infine, il terzo impegno: l’istituzione di un tavolo di confronto con l’Agenzia del Territorio e con i rappresentanti del Comitato del V Peep per approfondire le modalità e i criteri di stima dei valori immobiliari. Su questo fronte, l’Amministrazione si è mossa all’indomani della delibera di giunta del 30 luglio, contattando immediatamente l’Agenzia del Territorio che in questi giorni sta portando avanti un approfondimento sui valori di calcolo, proprio allo scopo di arrivare al Tavolo con tutti gli elementi e i pareri utili al confronto. Non appena l’Agenzia avrà i dati necessari, l’Amministrazione procederà alla convocazione del Tavolo che sarà incentrato sul calcolo dei corrispettivi per la trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà e per l’eliminazione dei vincoli.

Altro ragionamento invece vale per i maggiori oneri di esproprio, tema su cui l’Amministrazione Comunale ha l’obbligo di procedere secondo l’iter stabilito. Per questo motivo, nella seduta odierna, la giunta ha dato mandato ai suoi legali di opporsi davanti al Tar nel ricorso presentato dai residenti del V Peep. Si tratta di un atto obbligato, che nulla ha a che vedere con il percorso di confronto e dialogo che l’Amministrazione sta portando avanti con i cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Barba, 'bamba' e capelli: parrucchiere nascondeva la cocaina nel suo negozio in pieno centro. Arrestato

  • Coronavirus, il bollettino: l'attività di screening scopre due positivi asintomatici

Torna su
RiminiToday è in caricamento