A Teramo il primo ko del Rimini targato Marco Martini

Con questo ko il Rimini resta fermo in classifica a quota 27, agganciato proprio dagli avversari di giornata. Martedi, al “Neri”, arriva la Feralpi.

Prima sconfitta per il Rimini targato Marco Martini, battuto di misura nello scontro diretto nella tana del Teramo. Il tecnico biancorosso propone l’ormai tradizionale 3-5-2 con il trio Venturini-Ferrani-Petti a protezione di Giacomo Nava. Linea mediana con Alimi, Palma e Montanari, supportati da Valerio Nava e Guiebre sulle corsie esterne. Fronte offensivo affidato al tandem Volpe-Piccioni. Il primo sussulto al 7′ quando De Grazia mette al centro su punizione dalla trequarti, Polak ci prova di testa ma spedisce a lato. Al 16′ Infantino verticalizza per Zecca, l’attaccante riceve palla davanti a Nava e conclude ma non inquadra il bersaglio. Un minuto più tardi l’ex Piccioni ci prova con un rasoterra dallla distanza, la sfera termina sul fondo. Al 18′ Valerio Nava riceve palla in area e conclude di prima intenzione, palla fuori bersaglio. Al 29′, al termine di un’azione prolungata, Infantino prova la conclusione a giro dal limte, Nava è attento e blocca.

Al 39′, sugli sviluppi di un corner, Ventola mette al centro per il neo entrato Sparacello che appostato sul primo palo non riesce a trovare il pertugio giusto. Allo scadere della prima frazione il Teramo passa. De Grazia mette al centro su punizione, controcross di Sparacello che anticipa Nava in uscita, Fiordaliso appostato sul palo opposto incorna in rete. In pieno recupero Guiebre mette al centro teso dalla linea di fondo, Piccioni viene anticipato di un soffio dal provvidenziale interventondi un difensore. Si va al riposo con i padroni di casa avanti 1-0.

Un minuto dopo la ripresa delle ostilità Montanari appoggia per Alimi che conclude da posizione centrale, la palla termina a lato. Al 4′ il solito De Grazia lancia Infantino in profondità, l’attaccante da buona posizione non trova il bersaglio. Al 28′, sugli sviluppi di una punizione battuta da Candido, la palla arriva a Cicarevic che, dopo essersi liberato con una finta di un avversario, prova la conclusione deviata da un avversario. Alla mezz’ora Candido batte una punizione insidiosa nei pressi del lato corto dell’area, Gomis si distende e si rifugia in corner. Tre giri di lancette più tardi, sugli sviluppi dell’ennesimo angolo per il Rimini, Montanari lascia partire un gran sinistro dai venti metri, l’estremo difensore abruzzese si salva ancora con un grande intervento. Il Rimini spinge ma la difesa abruzzese tiene sino alla fine, al “Bonolis” termina 1-0 per i padroni di casa. Con questo ko il Rimini resta fermo in classifica a quota 27, agganciato proprio dagli avversari di giornata. Martedi, al “Neri”, arriva la Feralpi.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento