Derby e scontro diretto, il Rimini ospita il Ravenna. Il mister: "Il gruppo mi segue"

"E’ stata la prima vera settimana vissuta interamente assieme ai ragazzi, giornate nelle quali abbiamo lavorato bene"

Scontro diretto questa volta da non fallire per il Rimini, con il neo-tecnico Giovanni Colella al debutto casalingo sulla panchina biancorossa, domani sera di scena al “Romeo Neri” in occasione del derby con il Ravenna (fischio d’inizio ore 20.45, la sfida sarà trasmessa in diretta su RaiSport). Così il condottiero biancorosso alla vigilia del match. "E’ stata la prima vera settimana vissuta interamente assieme ai ragazzi, giornate nelle quali abbiamo lavorato bene, direi anche parecchio, perchè quando si comincia con un nuovo gruppo, in questo caso quando si subentra, le cose da fare sono davvero molteplici. Stiamo cercando di andare per gradi, di lavorare sulle cose più necessarie in questo momento, sono ottimista perchè la sensazione è che il gruppo stia seguendo quello che cerchiamo di proporre".

Nel dopo Padova il tecnico biancorosso ha invitato a ripartire da quanto di buono visto allo stadio Euganeo. “Il primo tempo della squadra mi è piaciuto, a livello di atteggiamento, per come i ragazzi sono stati in campo. Dobbiamo ricominciare da lì tenendo presente che, in prospettiva, credo questo gruppo abbia le potenzialità per fare molto meglio”. Nessun dubbio nemmeno su quello che non deve essere ripetuto. “Nella ripresa è come se ci fossimo accontentati di poter portare via un punto da Padova, questo secondo me è profondamente sbagliato. Un atteggiamento che va cambiato perchè il nostro obiettivo deve essere quello di fare punti, cercando di fare la partita e ottenere il massimo su ogni campo e contro qualsiasi avversario". A proposito di avversario, l’attenzione di mister Colella si sposta sui bizantini.

"Il Ravenna è una squadra che conosco abbastanza bene, lo scorso anno l’ho incontrata anche nei play-off con il Vicenza. E’ una formazione che fa le cose con umiltà e, allo stesso tempo, con grande concretezza ed equilibrio. Sicuramente è un brutto cliente. Che gara mi aspetto? Gli avversari li rispetto, li valuto, ma mai come in questo momento preferisco guardare in casa mia, mai come ora siamo importanti noi”. L’ultima battuta riguarda la possibilità che la necessità di conquistare il bottino pieno possa condizionare, o meno, la squadra. “Il campionato è ancora molto lungo e dobbiamo crescere sotto tutti i punti di vista, anche se naturalmente stiamo facendo il possibile per ottenere, da subito, il massimo risultato in ciascuna gara. La cosa che però mi preme di più è costruire prima una continuità di prestazioni, solo in tal modo potremo poi ottenere anche una continuità di risultati”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento