Il Dtm infiamma il Misano Circuit coi campioni delle quattro ruote

Wittmann al volante della BMW M4 del Team RMG si aggiudica Gara1, Dovizioso taglia il traguardo 12esimo. Sul podio a premiare il vincitore Alex Zanardi

Grande giornata di motorsport oggi a Misano World Circuit, con il DTM e le gare collaterali che hanno appassionato il folto pubblico. Gara 1 del DTM non ha mancato di esaudire l’attesa, con la rimonta di Marco Wittmann dall’ultimo posto alla vittoria. E’ Marco Wittmann al volante della BMW M4 del Team RMG ad aggiudicarsi la prima gara del DTM a Misano World Circuit. Una vittoria tutt’altro che scontata dal momento che il tedesco, terzo in campionato, partiva dall’ultima casella dello schieramento a causa di un problema tecnico che lo avevo costretto a saltare le qualifiche del mattino, dopo il miglior tempo fatto registrare nelle libere di ieri. Al via le sue strategie si sono rivelate azzeccate: Wittmann, infatti, è rientrato ai box per il cambio gomme subito al termine del primo giro e ne ha poi approfittato quando l’ingresso della safety car ha ricompattato il gruppo e ha rimescolato le carte in tavola, favorendo la sua rimonta.  Completano il podio due Audi Sport RS5, quella del tedesco René Rast e quella del francese Loic Duval. Settima posizione per il leader del campionato, l’austriaco Philipp Eng, con un’altra BMW M4. Buona la prova di Andrea Dovizioso che, scattato dalla quindicesima posizione in griglia, ha chiuso con un positivo 12° posto al volante della sua Audi RS5

Lo scorso anno in pista al Simoncelli nel DTM, Alex Zanardi è tornato quest’anno a Misano World Circuit nella veste di spettatore. Immancabile un commento alla partecipazione di Andrea Dovizioso, del quale ha sottolineato lo spirito combattivo. “E’ un grande agonista, non avrebbe fatto ciò che ha fatto se non ci tenesse a mettere dietro tutti – ha commentato - Accade abbastanza spesso che ai piloti venga offerto di provare in competizioni diverse, vedi Rossi o Loeb. E’ evidente che la loro predisposizione li porta ad arrivare in pochissimo tempo vicini al top”. E’ stato Zanardi a premiare il vincitore di gara 1 del DTM, il tedesco Marco Wittmann. Oggi a MWC anche Luca Ghiotto, pilota italiano in lotta per il mondiale di Formula 2.

Stasera, con semaforo verde alle 20.35, via alla gara del TCR DGS Endurance nella quale per due ore si confronteranno i piloti dell’affascinante campionato promosso da ACI Sport in collaborazione con la Scuderia del Girasole. Due i pitstop obbligatori. In pista anche il tre volte vincitore della 24 Ore di Le Mans Dindo Capello che ha al suo fianco nell’Audi RS3 LMS lo youtuber Alberto “Naska” Fontana e il giornalista Emiliano Perucca Orfei. In prima fila Gabriele Volpato e Giacomo Barri, entrambi su Audi RS3 LMS TCR. Grande curiosità anche per assistere alle W Series, il campionato di Formula 3 per sole donne scattato il 14 maggio scorso da Hockenheim e al suo esordio assoluto a Misano, dove nel tardo pomeriggio s’è svolto il terzo appuntamento stagionale. Al via 18 pilotesse su monoposto equipaggiate da motore 1.8 turbo 4 cilindri, tra le quali si segnala la presenza di Vicky Piria, unica italiana selezionata, al volante della Tatuus F3 T-318. 

Il DTM a Misano World Circuit porta con sé anche la grande musica. Alle 19.30 salirà sul palco del paddock Marlon Roudette, leader dei Mattafix, celebri col brano ‘Big City Life’ e a seguire con lo show di Gabry Ponte, il dj italiano più conosciuto al mondo - autore di successi intramontabili come "Blue", "Geordie","Che ne sanno i 2000" - che ha scelto Misano per aprire il suo tour estivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Non rispetta i limiti d’altezza e fa un disastro nel sottopasso distruggendo il furgone

Torna su
RiminiToday è in caricamento