Il Rimini lotta e cede solo nel finale alla corazzata Vicenza

 Il primo sussulto dopo 2′ quando Giacomelli, sugli sviluppi di un angolo battuto da Vandeputte, lascia partire un gran sinistro in acrobazia, Scotti si distende e si rifugia in corner

Primo ko stagionale in campionato per il Rimini di mister Renato Cioffi che, al “Romeo Menti”, cede nel finale alla corazzata Vicenza al termine di un match giocato con il coltello tra i denti e grande generosità. "Perdere contro una squadra del calibro del Vicenza, costruita per puntare a traguardi importanti, ci può stare - afferma l'allenatore -. Spiace però perché quando abbiamo iniziato a credere di potere portare a casa un risultato positivo abbiamo preso gol".

"Nel primo tempo, nonostante il Vicenza abbia attaccato, noi ci siamo difesi con ordine. Rispetto ad altre occasioni siamo riusciti a costruire meno, vuoi perché ci hanno pressati molto alti che per il fatto che il campo, e vale per entrambi, non aiutava il bel gioco - aggiunge -. Nella ripresa abbiamo fatto meglio e costruito qualcosa di interessante. Il secondo gol a tempo scaduto, con tutta la squadra sbilanciata in avanti, non fa testo. Mi spiace però per Scappi che ha rimediato un taglio profondo in fronte. Detto questo nessun dramma, dobbiamo recuperare in fretta e rialzare la testa perché sabato ci attende un’altra gara molto importante a Carpi”.

La partita

Il tecnico irpino si affida al tradizionale 3-5-2, con Scappi, Ferrani e Nava a protezione di Scotti. Linea mediana con Van Ransbeeck, Palma e Candido, supportati sulle corsie da Finizio e Silvestro. Sul fronte d’attacco il tandem Gerardi-Zamparo. Il primo sussulto dopo 2′ quando Giacomelli, sugli sviluppi di un angolo battuto da Vandeputte, lascia partire un gran sinistro in acrobazia, Scotti si distende e si rifugia in corner. Al 10′ Barlocco mette al centro per Vandeputte che prova la conclusione al volo ma non inquadra il bersaglio. Un giro di lancette più tardi l’esterno belga avanza per vie centrali, poi conclude dai venticinque metri, la sfera termina sul fondo. Il Vicenza spinge ma il Rimini si difende con ordine chiudendo gli spazi senza particolari affanni. Al 41′ Candido calcia una punizione tesa dai venticinque metri, la sfera viene intercettata da Zamparo al centro dell’area ma termina sul fondo. Si va al riposo sullo 0-0.

Dopo 18′ dalla ripresa delle ostilità Marotta riceve palla nei pressi del limite dell’area, si gira e conclude ma Scotti è reattivo e neutralizza. Al 23′ Giacomelli serve in profondità Barlocco che si inserisce e conclude ma non trova il bersaglio. Sei minuti più tardi, sugli sviluppi di un corner, Marotta incorna a colpo sicuro, provvidenziale è la chiusura in angolo di Finizio. Al 33′ il Lanerossi passa. Zonta, dalla trequarti, mette al centro una punizione tagliata per Pontisso la cui incornata non lascia scampo a Scotti. All’ultimo dei 5′ di recupero concessi dal direttore di gara i veneti Arma ruba palla sulla destra e spara a rete, Scotti respinge ma non può nulla sul tap-in di Saraniti che realizza il definitivo 2-0. Una punizione troppo severa per i ragazzi di mister Cioffi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento