Ko a Fano: si ferma a tre la striscia positiva del Rimini

Martedì i biancorossi saranno di scena al “Liberati” di Terni, nel recupero della prima giornata di campionato.

Si ferma a tre la striscia positiva del Rimini di mister Leo Acori, sconfitto di misura nella tana del Fano. Dopo il ko domenica mattina il Rimini tornerà immediatamente al lavoro al “Romeo Neri”, agli ordini di mister e dello staff tecnico, per preparare al meglio l’insidiosa trasferta di Terni in programma martedì, gara valida per il recupero della prima giornata di campionato (fischio d’inizio ore 20.30). Lunedì pomeriggio la truppa biancorossa effettuerà la rifinitura sul rettangolo verde di piazzale del Popolo, martedì mattina la partenza alla volta dell’Umbria. Poi sarà tempo di pensare all’impegno casalingo con l’Albinoleffe, si giocherà sabato alle 14.30. I biancorossi riprenderanno gli allenamenti mercoledì pomeriggio al “Neri” poi, sempre nel proprio fortino, giovedì e venerdì mattina quando verrà effettuata la rifinitura.

LA PARTITA CONTRO FANO - Il tecnico biancorosso disegna il tradizionale 4-2-3-1 con la novità, rispetto al vittorioso match con la Virtus Verona, del ritorno di Volpe dal primo minuto quale terminale offensivo. La prima emozione al 15′ quando Vitturini mette in mezzo dalla destra, sfera a Lulli che ci prova dal limite ma spedisce a lato. Al 24′ Lazzari pennella alla perfezione dalla bandierina, Sosa stacca da ottima posizione e capitan Scotti si supera chiudendo la saracinesca. Al 26′ Guiebre riceve palla sul versante sinistro e lascia partire un diagonale improvviso sul secondo palo, palla di poco a lato. Al 31′ il solito Lazzari mette al centro una punizione molto tagliata, Sosa si avvita e incorna chiamando ancora una volta Scotti alla risposta da campione. Al 36′ Candido, su punizione da posizione molto defilata, lascia partire una parabola insidiosa con la palla che colpisce la parte alta della traverssa. Tre giri di lancette più tardi Simoncelli mette al centro un bel pallone per Volpe che manca di un soffio l’impatto con la sfera. Allo scadere Vitturini lascia partire un tiro-cross che viene deviato da Brighi, la palla termina di poco a lato. Si va al riposo sullo 0-0.

Dopo 8′ dalla ripresa delle ostilità Guiebre lascia partire un gran sinistro dai venticinque metri ma non inquadra il bersaglio. Sul capovolgmento di fronte Ferrante ci prova da fuori, la sfera intercettata da Brighi si impenna costringendo Scotti in angolo grazie a un nuovo grande intervento. Al 12′ Petti pesca Candido in area, il fantasista brianzolo appostato sul primo palo prova l’incornata ma la palla termina di poco a lato. Al 18′ il Fano passa. Lazzari mette al centro la solita punizione tagliata, Vitturini incorna ma Scotti respinge, la sfera arriva sui piedi di Celli che non sbaglia il tap-in. Al 31′ Lazzari ci prova direttamente da calcio piazzato nei pressi della bandierina, Scotti fa buona guardia e si rifugia in angolo. E’ ultimo sussulto del match, nonostante gli sforzi dei biancorossi la difesa granata regge. Martedì i biancorossi saranno di scena al “Liberati” di Terni, nel recupero della prima giornata di campionato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tragedia sulle strade, ciclista muore travolto da un mezzo pesante

  • Cronaca

    Visto tuffarsi tra le onde del mare, si cerca il corpo di un uomo

  • Sport

    Una vittoria per il presidente: il Rimini batte in "zona Acori" il Monza

  • Cronaca

    Picchiato mentre acquista droga, tre carabinieri a processo per lesioni

I più letti della settimana

  • Un cittadino romeno prima "vittima" del nuovo Codice della Strada su auto immatricolate all'estero

  • Ospizio lager, gli ospiti sottoposti a ogni tipo di maltrattamento

  • Ritrovato cadavere in un'auto parcheggiata sul lungomare

  • Jova Beach Party, sulla spiaggia di Rimini il live del cantante

  • Anziani maltrattati nella casa di cura, 4 operatori agli arresti

  • L'Ice Village trasformato in un lago, vandali manomettono l'impianto di raffreddamento

Torna su
RiminiToday è in caricamento