La Fiorentina è la nuova regina del Memorial Flavio Protti, Napoli battuto in finale

I baby talenti viola l’hanno spuntata dopo una finale giocata a ritmi serrati davanti ad un pubblico che ha sfiorato le tremila presenze

La pioggia cade incessante ormai da ore. L’ennesimo tentativo di perforare la difesa viola da parte del Napoli va a vuoto e l’arbitro, dopo quattro minuti di recupero, mette in bocca il fischietto. Poi tre suoni in rapida sequenza con i baby talenti della Fiorentina che si rotolano sull’erba mista a fango, urlano, piangono e celebrano tutti insieme la vittoria del torneo. Si è concluso così il 16° Memorial Flavio Protti, il torneo di calcio giovanile andato in scena dal 17 al 19 maggio in tutta la riviera romagnola. La finalissima di Santarcangelo, giocata alle ore 18 allo stadio “Valentino Mazzola”, ha rispettato le attese con circa tremila persone che hanno assistito all’atto finale della manifestazione. In campo Napoli e Fiorentina, che qualche ora prima in semifinale avevano avuto la meglio rispettivamente di Juventus e Cesena.  

Ma facciamo ordine. La fase finale del Memorial Flavio Protti è iniziata domenica mattina, con le finaline che hanno decretato le posizioni dal 5° al 32° posto. Poi tutte le formazioni presenti al torneo (ben 32) si sono date appuntamento alle ore 17 allo stadio di Santarcangelo, dove Juventus e Cesena si sono sfidate nella finale per il 3° e 4° posto. Ad avere la meglio sono stati proprio i bianconeri di Torino, che con il 2-0 maturato in campo sono riusciti a chiudere il torneo al terzo post e senza subire nessuna rete. Un plauso quindi ai baby talenti juventini, che hanno mostrato in questa tre giorni l’enorme potenziale che la cantera bianconera ha da offrire. Al quarto posto invece la sorpresa di questo Memorial, quel Cesena capace di battere ai quarti di finale l’Inter, vincitrice lo scorso anno e favorita per la vittoria finale. I romagnoli hanno impressionato per tutta la tre giorni della manifestazione, mostrando un’organizzazione degna delle squadre più blasonate.  

Alle 18 poi la finalissima che tutti aspettavano. A giocarsi la coppa più importante Fiorentina e Napoli che con merito hanno raggiunto l’ultimo atto del torneo. Un match condizionato purtroppo dal campo pesante che però non ha deluso le aspettative. A spuntarla dopo una battaglia durate oltre 50 minuti, è stata la Fiorentina di mister Alessio Orsini che ha raccolto l’intero bottino grazie alla rete di Riccardo Braschi, un talento cristallino che di sicuro sentiremo nominare anche in futuro. Una menzione speciale va anche come è logico anche ai partenopei, usciti a testa altissima, che hanno in Francesco Scognamiglio il giocatore più rappresentativo. E’ stato proprio il fortissimo centrale difensivo a rincuorare a fine partita tutti i suoi compagni, mostrando una leadership già da grande. L’evento si è concluso con le premiazioni di tutte le 32 squadre presenti (a consegnare le coppe anche Igor Protti) ed i riconoscimenti individuali per i migliori giocatori del torneo. Poi il rompete le righe ha sancito la fine di questo 16° Memorial Flavio Protti che una volta ancora ha portato lungo la riviera romagnola i migliori giovani che il calcio internazionale ha da offrire. Appuntamento quindi alla prossima edizione, con la consapevolezza che questa prestigiosa vetrina riuscirà una volta ancora a regalare una tre giorni di grande sport.  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Bussano per eseguire lo sfratto, ingegnere si lancia dal terzo piano e muore

  • Falciata mentre passeggia con il figlio, mamma perde la vita

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Arriva l'ufficiale giudiziario per lo sfratto, professionista si lancia nel vuoto

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

Torna su
RiminiToday è in caricamento