La Superbike torna in pista a Portimao: "Voglio sfruttare al meglio le possibiltà"

Michael Ruben Rinaldi è quanto mai determinato a sfruttare i round rimasti in calendario per continuare il proprio percorso di crescita agonistica

Il tracciato portoghese di Portimao, ricco di saliscendi e particolarmente impegnativo, ospiterà il ritorno in pista del mondiale Superbike. Michael Ruben Rinaldi è quanto mai determinato a sfruttare i round rimasti in calendario per continuare il proprio percorso di crescita agonistica. "Fortunatamente siamo potuti andare a fare dei test a Portimão recentemente - commenta il portacolori della Ducati del team Aruba -. Dopo un lungo stop, sono state prove fondamentali per riprendere il ritmo e gettare le basi per la gara".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sicuramente le condizioni della pista saranno diverse e bisognerà lavorare sodo per cercare di sistemare gli ultimi dettagli - continua Rinaldi -. Fisicamente mi sento pronto, durante l’estate ho sempre girato in pista per mantenere la forma. Ci restano due gare e le voglio sfruttare al meglio. Cercheremo di lavorare con la massima precisione per non lasciare nulla al caso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

  • Movida senza mascherine, nei guai diversi locali: multati anche baristi e clienti

  • Notte Rosa, svelate le anticipazioni sull'edizione 2020

Torna su
RiminiToday è in caricamento