La zampata del "Cannibale": Rea in Superpole a Misano, Bautista in seconda fila

Jonathan Rea si è preso la Superpole del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike

Foto di Marzio Bondi

La zampata del "Cannibale". Jonathan Rea si è preso la Superpole del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. 1'34"596 è l'autografo del nordirlandese, lontano dal record di 1'33"640 realizzato nel 2018 da Tom Sykes a conferma di un asfalto di Misano più lento del solito. Il leader del campionato Alvaro Bautista ha confermato le sensazioni della vigilia, ovvero quello di non esser competitivo sul giro secco, chiudendo addirittura in quinta posizione. Secondo un sorprendente Sandro Cortese, portacolori della Yamaha del team GRT, a precedere la Bmw di Sykes. Bautista scatterà quindi a sandwich tra Alex Lowes (Yamaha) e Leon Haslam (Kawasaki).

Per la gara c'è da considerare la variabile meteo. Dopo la pioggia del mattino, la Superpole si è disputata sotto il sole. Tuttavia intorno alle 12 il cielo è tornato ad annuvolarsi con qualche goccia di pioggia. Su un tracciato dove è tutt'altro che semplice che sorpassare, Bautista dovrà attaccare fin da subito se non vuole vedere sfuggire Rea. Nelle libere il passo gara era superiore a quello del nordirlandese. Attardate le altre rosse: Chaz Davies non è andato oltre la nona posizione e partirà al fianco di Michael Rinaldi e Michele Pirro. Solo 13esimo Marco Melandri.

Foto di Marzio Bondi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento