Le strade della Rinascita e di capitan Saponi si separano: "E' un patrimonio del basket riminese"

Saponi resta comunque nel contenitore della Rinascita Basket Rimini, andando a giocare a San Marino e indossando i ruoli di tecnico del settore giovanile degli Angels Santarcangelo

"A malincuore". Si separano le strade di capitan Alberto Saponi e la Rinascita Basket Rimini. L'amministratore delegato Paolo Carasso, descrive Saponi come un "ragazzo e giocatore eccezionale, un vero patrimonio del basket riminese. Ha interpretato nel migliore dei modi il ruolo di capitano ed è stato un valore aggiunto nello spogliatoio e nel costruire il gruppo e la squadra RBR, della prima grande stagione. E' stata una delle chiavi del nostro successo. Non si deve rimproverare di niente ed è stato semplicemente fantastico".

Tuttavia, chiarisce Carasso, "ci sono delle regole che ci impongono sette senior e noi delle scelte dovevamo farle. Abbiamo ritenuto giusto migliorare proprio nel ruolo di Alberto, e così a malincuore le nostre strade si sono dovute separare". Saponi resta comunque nel contenitore della Rinascita Basket Rimini, andando a giocare a San Marino e indossando i ruoli di tecnico del settore giovanile degli Angels Santarcangelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima lo schianto con il guard-rail, poi la tragica carambola: un morto sull'Adriatica

  • Salvini infiamma Santarcangelo, ma non riesce a raggiungere la piazza

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Le scuole superiori che preparano meglio all'Università o al lavoro: la classifica della Provincia

  • Il ristorante compie 50 anni: "Mia mamma lo aprì per dare lavoro a me e mio fratello"

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

Torna su
RiminiToday è in caricamento