Moto Gp, a Misano si correrà di nuovo la terza di settembre

Venerdì mattina la Federazione Internazionale Motociclismo e Dorna Sport SL ha reso noto il calendario provvisorio del Campionato del Mondo di MotoGP del 2013

ll Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini confermato nel terzo week end di settembre. Venerdì mattina la Federazione Internazionale Motociclismo e Dorna Sport SL ha reso noto il calendario provvisorio del Campionato del Mondo di MotoGP del 2013. Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini è stato inserito nel week end del 13, 14 e 15 settembre 2013, ribadendo dunque la collocazione del 2012.

“Si tratta di una decisione condivisa con Dorna Sport SL - spiegano i tre promotori, Repubblica di San Marino, Provincia di Rimini e Santa Monica Spa - che ci trova concordi e che riflette una volontà unanime e precisa espressa due anni fa dall’intero sistema del territorio: posticipare la data per posizionare l’evento in un fine settimana al di fuori del tradizionale periodo balneare, così da dare ancor più corpo e sostanza al processo di destagionalizzazione per attrarre ospiti e attenzione mediatica lungo ogni mese dell’anno. L’obiettivo resta, infatti, quello di consolidare la MotoGP come prodotto turistico che utilizza la passione sportiva come leva di successo commerciale. E fra gli eventi sportivi, la MotoGP rappresenta indubbiamente il top, anche dal punto di vista dell’impatto mediatico”. Continuano i tre promotori: “Ancora una volta il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ci ripaga degli sforzi che tutti gli anni mettiamo in campo, cercando di migliorare continuamente sia l’evento stesso che tutte le iniziative collaterali ufficiali. In questi anni abbiamo lavorato tanto e lavoreremo ancora, sforzandoci di rendere sempre più solida e spettacolare la manifestazione.

Il rapporto pubblico-privato si sta dimostrando vincente e anche per questa nuova edizione desideriamo esprimere un ringraziamento di cuore a tutti coloro che dietro le quinte hanno lavorato per la migliore riuscita dell’evento, come pure alle forze dell’ordine, al personale medico sanitario e alle istituzioni locali. L’evento MotoGP è possibile grazie al grande sforzo dei tre promotori, mentre è in fase di completamento un nuovo percorso di condivisione col territorio che anche recentemente, con il progetto di promozione all’estero denominato The Riders’Land, ha dato dimostrazione eccellente di coordinamento, traendo il massimo vantaggio in termini di visibilità, immagine qualitativa e flussi turistici. “Il posizionamento della data a metà settembre - concludono i tre promotori - è una scelta concreta in questa direzione condivisa e ora la speranza è che il sistema economico nel suo complesso sappia cogliere pienamente l’opportunità resa possibile dai nostri investimenti. Già in questa edizione, nella sostanza più che soddisfacente considerato in primo luogo il periodo di grave difficoltà economica generalizzata, abbiamo assistito ad un coinvolgimento importante da parte di diversi operatori che fin da subito hanno creduto alle potenzialità di questa nuova data. Ora ci auguriamo che anche i più scettici o i ‘contrari a prescindere’ sappiano unirsi a noi come già hanno fatto diverse altre realtà del territorio.”

 

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Addio sigarette: 9 trucchi per smettere di fumare

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Fiamme nell'ex discoteca abbandonata, all'interno trovati bivacchi di fortuna

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Volano coltellate in due discoteche, una ragazza in prognosi riservata

Torna su
RiminiToday è in caricamento