MotoGp, il guanto sinistro di Marco Simoncelli "torna a casa"

Lo ha raccontato il babbo dell'ex campione del mondo della 250cc, Paolo, nel suo blog sul sito della 'Squadra Corse Sic 58'

Il guanto sinistro di Marco Simoncelli, indossato nel tragico weekend del Gran Premio della Malesia del 2011, torna a casa. Lo ha raccontato il babbo dell'ex campione del mondo della 250cc, Paolo, nel suo blog sul sito della 'Squadra Corse Sic 58'. Parlando della trasferta a Sepang della scorsa settimana, il padre di "Super Sic" ha svelato di esser stato avvicinato all'aeroporto da una ragazza. "Ci racconta una storia, di come si è data da fare per comprare un guanto di Marco da un commissario di gara, un guanto usato da lui. Tanti ragazzi - scrive - ci raccontano le storie più improbabili di come riescono ad aggiudicarsi i cimeli dei loro idoli... solo mi sto chiedendo perché un guanto? Li vendono in coppia di solito".

"Poi tira fuori un guanto sinistro, aveva le mani grandi, lo riconosciamo subito - continua nel racconto La abbraccio. Ce lo lascia, lo guardo è proprio quello che mancava all’ appello, il destro è già a casa. Un abbraccio tra sconosciuti io non parlo bene la sua lingua ma credo di averle trasmesso il mio riconoscimento per questo suo prezioso gesto. Immagino le mille peripezie di questo guanto. Sono passati sei anni. Siamo tornati qui in Malesia e ci è stato restituito il guanto che Marco perse proprio quel giorno, nella sua ultima gara e poi dicono che non è destino. Un gesto particolare, assurdo e meraviglioso, quanto l’essere di nuovo qui con una squadra corse intitolata a lui".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Santarcangelo piange la scomparsa della giovane mamma falciata dal suv

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Bisarca tamponata in A14 "perde" un veicolo che trasportava

Torna su
RiminiToday è in caricamento