Il primo Gp a Misano senza Simoncelli: "Lo ricorderemo col sorriso"

"Per tutti noi è il gran premio che ricorda Marco Simoncelli, al quale è intitolato il circuito e che connota tante iniziative nate in sua memoria in occasione della gara di casa sua"

Si avvicina l’appuntamento del Gran Premio di San Marino e della Repubblica di Rimini, sestultimo appuntamento del Motomondiale. Nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è svolta mercoledì è stata annunciata l’iniziativa di ospitare sulle tribune del Misano World Circuit – Marco Simoncelli trenta bambini di Finale Emilia, così da testimoniare la vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma e regalare a questi bambini una domenica davvero emozionante.

“E’ una esperienza con grande ricaduta di immagine e di indotto – ha esordito Fabio Berardi, Segretario di Stato Sport e Cultura della Repubblica di San Marino -. La novità della data del 2012 è la data, che spostata in avanti arriva fuori dalla stagione turistica. E’ una sfida che non ci coglie impreparati: abbiamo investito molto per promuovere nei circuiti europei la nostra nuova data e tutto il nostro territorio. Speriamo nel successo di pubblico e continuiamo a mantenere un ottimo livello di eventi collaterali, una novità nel panorama internazionale del motomondiale: a partire da giovedì a San Marino con la corsa in bicicletta sul nostro territorio e con protagonisti i piloti”.

“E’ un evento di sistema, al quale tanti attori pubblici e privati portano il loro contributo – ha evidenziato Symon Buda, dirigente Assessorato Turismo Provincia di Rimini -. E’ anche un investimento economico importante, ma crediamo molto nella sua efficacia perché l’indotto economico è rilevante. Si tratta inoltre di un evento sportivo internazionale e a livello mediatico abbiamo un ritorno di immagine di eccezionale portata. Abbiamo lavorato molto per promuovere la MotoGP, utilizzando i volti dei nostri campioni famosi e quelli emergenti della Terra dei Motori per assecondare”.

 “L’autodromo compie 40 anni, tutti vissuti all’insegna dello sviluppo costante della struttura, fino ad aver raggiunto un livello prestigioso, riconosciuto a livello internazionale – ha ricordato Umberto Trevi, Vicepresidente Santa Monica Spa -. Ci consideriamo e veniamo considerati un volano economico del territorio al pari di altre infrastrutture come fiera, aeroporto, palacongressi ecc. Tutto ruota intorno alla passione per i motori e ad una tradizione che risale, per quanto riguarda l’impianto, a quando vennero bandite le corse dalle strade cittadine, divieto che generò l’idea di un circuito qui nella terra dei motori. Partimmo dal Gran Premio Internazionale Perla Verde, con Giacomo Agostini e Renzo Pasolini, oltre ad una folla oceanica ad assistere all’evento. Da lì è partita una storia importante. Siamo convinti che siano stati 40 anni al servizio della comunità locale. Promettiamo di durare ancora a lungo, grazie alla passione della proprietà Colacem Financo, per sviluppare nuove pagine sportive di livello internazionale”.

 “Sono al mio primo Gran Premio, ma ho constatato una preparazione all’altezza della situazione, con una partecipazione corale del folto gruppo di soggetti che hanno dato concretezza ad un piano di gestione per la migliore realizzazione dell’evento: viabilità, ordine pubblico, assistenza sanitaria – ha assicurato Claudio Palomba, Prefetto di Rimini -. Abbiamo fatto piccole variazioni alla viabilità per la manifestazione al cimitero greco, non credo ci saranno ripercussioni particolari. Mi auguro una grande partecipazione di pubblico che gestirlo all’esterno dell’impianto da una cabina di regia, così da monitorare l’attività”.

 “Per tutti noi è il gran premio che ricorda Marco Simoncelli, al quale è intitolato il circuito e che connota tante iniziative nate in sua memoria in occasione della gara di casa sua e che abbiamo tutti fortemente volute – sottolinea Andrea Cicchetti, coordinatore dell’evento -. Lo ricorderemo con il sorriso sulle labbra, quello che lui aveva sempre, contando sulla partecipazione del pubblico che sempre gli ha dimostrato un attaccamento incredibile, oggi rivolto alla sua memoria ed alla sua famiglia.

“Il comune di casa lavora per fare in modo che le persone possano spostarsi su una viabilità  adeguata e il completamento dei lavori sulle strade di accesso aiuterà questo – ha aggiunto Stefano Giannini, Sindaco di Misano Adriatico -. Abbiamo finalmente un accesso alla statale adeguato alla portata dell’evento. Abbiamo inoltre messo in piedi iniziative collaterali interessanti e che coinvolgeranno gli appassionati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento