MotoGp, pole position a Le Mans per “The Riders’ land”

Si è aperto con un clamoroso successo di pubblico il week end del Gp di Francia per "The Riders' land", il progetto di promo-commercializzazione all'estero del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini

Redazione 20 maggio 2012

Si è aperto con un clamoroso successo di pubblico il week end del Gran Premio di Francia per “The Riders’ land”, il progetto di promo-commercializzazione all’estero del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini e di tutte le località e le attività turistiche del territorio. Tantissimi appassionati di moto provenienti dalla Francia ma anche da altri paesi d’Europa hanno letteralmente preso d’assalto l’hospitality allestita nell’area promozionale del circuito.

Annuncio promozionale

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza di Alex De Angelis, Mattia Pasini e Niccolò Antonelli che hanno indossato la t-shirt ufficiale del progetto, insieme all’Assessore al Turismo della Provincia di Rimini Fabio Galli che nell’occasione, insieme ai nostri piloti, si è prestato a distribuire il materiale promozionale della Riviera di Rimini e di San Marino e ad aiutare il pubblico nella compilazione delle schede concorso. Successo anche per i materiali dei Comuni, dell’Aeroporto e del Circuito di Misano.

Tra la giornata di venerdì e la prima mattina di sabato sono stati depositati nell’urna oltre 2.800 cartoline per partecipare all’estrazione della vacanza, dei voli, dei pass paddock e dei biglietti del Gran Premio del prossimo 16 settembre. Una folla enorme ha mandato quasi in tilt le tre postazioni playstation del gioco della MotoGP impostato sul circuito di Misano.

“Francamente non ci aspettavamo un successo di questo genere – spiega l’Assessore al Turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli -. E’ un pubblico di appassionati che conoscono molto bene il nostro gran premio e soprattutto i piloti di della nostra terra. Penso che questa, come le altre esperienze che faremo prossimamente negli altri circuiti europei, ci potranno essere di grande aiuto per ottimizzare al massimo il grande lavoro d’insieme pubblico-privato che è la prerogativa di questo progetto”.

L’immagine racing e la grafica accattivante del progetto sono davvero piaciute ai francesi. Forse anche troppo. A tal punto che nella serata di venerdì, il telo “Riders’ land” con le immagini dei piloti che ricopre parte dell’hospitality,  è stato rubato da ignoti. Una bravata non da poco, tenendo conto che l’oggetto in questione è lungo 12 metri e alto 3 metri. Fortunatamente il “souvenir” è stato recuperato con un’azione tempestiva poche ore dopo in un campeggio allestito all’esterno del circuito. Gli autori del furto si sono scusati e hanno giustificato il loro gesto per la “bellezza” del loro “trofeo”.

L’attività promozionale proseguirà anche domani con la presenza oltre che di San Marino e Provincia di Rimini del Comune di Misano Adriatico rappresentato dal Sindaco Stefano Giannini e dal club di prodotto “Misano Vacanze”. Il prossimo appuntamento con “Riders’ land” è fissato per la metà di giugno per il Gran Premio d’Inghilterra a Silverstone. Il progetto “The riders’ land” è voluto dalla Repubblica di San Marino, dalla Provincia di Rimini, dal Circuito di Misano, dai Comuni della Riviera, dall’Aeroporto “F. Fellini” di Rimini –San Marino e dagli operatori turistici del territorio.

Misano Adriatico
motogp
motomondiale

Commenti