homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

MotoGp, test in Malesia. Vola Lorenzo, Rossi 5°

Comincia nel segno di Jorge Lorenzo la tre giorni di test MotoGp sul tracciato malese di Sepang. Lo spagnolo della Yamaha ha fermato il cronometro sul tempo di 2'01"657. Quinto Valentino Rossi

foto tratta da MotoGp.com

Comincia nel segno di Jorge Lorenzo la tre giorni di test MotoGp sul tracciato malese di Sepang. Lo spagnolo della Yamaha ha fermato il cronometro sul tempo di 2'01”657, precedendo di 346 millesimi la Repsol Honda di Dani Pedrosa, dotata di un telaio personalizzato nettamente differente da quello del compagno Casey Stoner, assente durante la mattinata per un problema muscolare alla schiena. Inizio incoraggiante anche per Cal Crutchlow, terzo con la Yamaha Tech 3.

Il britannico si è fermato a 564 millesimi da Lorenzo, 13 millesimi meglio della Yamaha ufficiale di Ben Spies. Debutto positivo per la nuova Ducati GP12, con Valentino Rossi che ha chiuso il primo collaudo con la quinta prestazione di giornata a 735 millesimi dalla vetta. Il nove volte campione del mondo ha sfoggiato anche un modello inedito, dalla forma più aerodinamica e con un spoiler posteriore che dovrebbe aiutare a diminuire l'attrito nel rettilineo. Il pilota di Tavullia si è messo alle spalle l'altra Yamaha Tech 3, quella di Andrea Dovizioso.

Il forlivese, nonostante una condizione fisica non ottimale per l'infortunio alla clavicola della spalla destra subìto durante un allenamento con la moto da cross ad Alghero, è riuscito comunque a svezzare la sua M1, concludendo a 1.094 da Lorenzo. Alle sue spalle la Ducati Pramac di Hector Barbera, la Yamaha del collaudatore Nakasuka, la Honda Gresini di Alvaro Bautista e la Ducati di un acciaccato Nicky Hayden. Undicesimo tempo per la Honda del campione del mondo della Moto 2, Stefan Bradl. In pista anche le moto CRT, ma con distacchi abissali.

Foto tratta da MotoGp.com

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "Amatriciana della Solidarietà" per i terremotati: boom di generosità in spiaggia

    • Incidenti stradali

      Scooterista centrato da una vettura, paurosa carambola in via Coletti

    • Cronaca

      Fuochi d'artificio impazziti, va a fuoco la rupe di San Leo

    • WeekEnd

      Bacco e birra, re e regina del week end con magie, fuochi d'artificio, street art e musica

    I più letti della settimana

    • Superbike, Melandri a Misano in sella alla sua nuova fiamma: la Ducati

    • Baseball, finale scudetto con polemica: "Nel 2017 potrei non iscrivere la squadra"

    • Il 5° Triathlon Mtb di Predazzo va al riccionese Nicolò Strada, primo assoluto al traguardo

    • Amareggiati per la Finale Scudetto, i pirati scendono in campo per la Final Four di Coppa Italia

    • Basket, nuovo arrivo in casa Crabs: è il 19enne Giuseppe Altavilla

    • I giovani velisti del Club Nautico Rimini sfidano i mari e i venti d’Italia e d’Europa

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento