Territorio, passione e identità: decolla il progetto Rinascita Basket Rimini

. Il Basket Rimini riparte con un nuovo progetto, sostenuto da tre volti della palla a spicchi arancione

Foto dalla pagina Facebook "Rivogliamo il Basket Rimini"

 Un verbo che dice tutto. Rinascere. Il Basket Rimini riparte con un nuovo progetto, sostenuto da tre volti della palla a spicchi arancione: Paolo Carasso, Davide Turci e Moreno Maresi. Il presidente è Paolo Maggioli, numero uno di Confindustria Romagna e ora anche presidente di Rinascita Basket Rimini. Al centro del progetto ci sono già 10 importanti realtà cestistiche della provincia di Rimini, con l'auspicio che altre possano presto entrare. Il primo tassello sarà la presentazione dello staff del settore giovanile, che, spiega Carasso, "avrà lo scopo di valorizzare i nostri giovani. Vogliamo creare tre squadre d'eccellenza per veicolarli alla prima squadra".

Per quanto riguarda la prima squadra, puntualizza Carasso, "saranno rilevate le quote della Cno Santarcangelo. Giocheremo al Flaminio nel campionato di "C Gold", con una grande rappresentanza di riminesi. Vogliamo riempire il palazzetto come una volta". Nel segno di "territorio, passione e identità", la nuova società lavora con un grande entusiasmo allo scopo di far ritrovare alla pallacanestro riminese l'orgoglio di appartenenza e identità. A Rimini c'è tanta voglia di rilancio e lo dimostra anche il grande numero di curiosi che martedì hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione della nuova realtà.

"L'obiettivo - spiega il fondatore Maresi - è quello di rafforzare le attività che vengono svolte dai settori giovanili in tutta la provincia". "Passione, territorio e identità" è il mantra di Turci: "Passione, perchè una squadra va sostenuta e amata; territorio perchè c'è il coinvolgimento di tante società della zona; identità perchè i giovani devono coltivare il sogno di difendere i colori della propria città". Per Maggioli si tratta "di un progetto interessante, che coinvolge le famiglie". Il numero uno è stato travolto, ha confessato, "dall'entusiasmo di Carasso, promotore dell'iniziativa. E' una società aperta a tutti e puntiamo a superare le 200 quote".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

Torna su
RiminiToday è in caricamento